L’aumento del costo delle bollette spaventa il governo che lavora ad un decreto per evitare la maxi stangata sugli italiani.

Il governo è al lavoro per contrastare l’aumento delle bollette che dal mese di ottobre dovrebbe travolgere gli italiani: il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha incontrato il ministro Cingolani e il ministro Franco per trovare una soluzione alla crisi che rischia di innescarsi nei prossimi mesi. L’esecutivo ha tempo fino alla fine del mese di settembre per trovare una soluzione. Il tempo c’è ma stringe.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Aumento delle bollette, il governo al lavoro per evitare la stangata. Cingolani: “Riscrivere il metodo di calcolo”

Il governo guarda al modello applicato dalla Spagna, altro Paese alle prese con una stangata sulle bollette. Madrid ha messo in campo una riduzione dei profitti eccessivi della durata di sei mesi. Un provvedimento che va incontro alle centrali elettriche che non emettono C02. In base alle proiezioni, con la mossa in questione si dovrebbero recuperare due miliardi e mezzo entro il prossimo mese di marzo. Soldi che saranno girati alle famiglie meno abbienti.

Sul caro bollette va riscritto il metodo di calcolo. Lo stiamo facendo in queste ore. Bisogna mitigare l’aumento del trimestre, che c’è in tutto il mondo, e all’80% dipende dall’aumento del gas. Poi c’è da mettere in piedi un intervento più strutturale. Bisogna ragionare su come è costruita una bolletta, va riscritto il metodo di calcolo. Lo stiamo facendo in queste ore“, ha dichiarato il ministro Cingolani.

Roberto Cingolani
Roberto Cingolani

Il ‘peso’ della bolletta

In Italia la bolletta è composta da diverse voci di spesa. Sul costo finale che ricade sulle spalle degli italiani ci sono i costi legati al prezzo della materia prima, quelli legati ai costi di distribuzione e i costi delle imposte indirette. Completano il quadro gli oneri di sistema.

Il decreto contro l’aumento delle bollette

Il governo dovrebbe intervenire con un decreto dedicato esclusivamente al problema dei rincari delle bollette. Al momento si parla di un provvedimento da tre miliardi di euro. Una cifra importante utile soprattutto nell’immediato ma che alla fine, se fossero confermate le ipotesi del ministro Cingolani, risulterebbe insufficiente.

governo Draghi

ultimo aggiornamento: 17-09-2021


Delega dell’identità digitale, cos’è e come funziona

Massimo Moratti dona un milione e mezzo ai dipendenti Saras