Genova, Festa della Bandiera con la Croce di San Giorgio.

Il Vessillo di San Giorgio spiegato sulla facciata del palazzo della Regione Liguria.

Oggi 23 aprile, Genova si colora di bianco e rosso per la Giornata Ufficiale della Bandiera genovese con la Croce di San Giorgio.

Chissà se la Regina Elisabetta, come le ricordò l’estate scorsa il sindaco Bucci, pagherà gli arretrati dell’affitto della bandiera per 247 anni. Nel medioevo infatti Londra ottenne l’utilizzo della bandiera per la sua flotta in cambio di un tributo annuale che dopo secoli diventò di fatto un regalo. Per il momento sappiamo solo che un membro della famiglia reale verrà a Genova, non sappiamo chi, né quando, soprattutto non si sa se si presenterà con il libretto per gli assegni.

L’invito a tutti i genovesi invece è quello di esporre il Vessillo di San Giorgio, che si può ritirare gratuitamente presso gli uffici  IAT  di via Garibaldi e Porto Antico, ma anche presso i mercati di merci varie dei municipi cittadini e colorare la città di bianco e di rosso. A partire da questa settimana verrà allestito un Gran Pavese con migliaia di bandierine in molte vie del centro cittadino: via XXV aprile, via Garibaldi, via XX settembre, via Boetto, via San Lorenzo, nei pressi di palazzo San Giorgio, al Porto Antico, nello spazio tra via Roma con XXV aprile.

La Festa del 23 aprile 2019

La cerimonia istituzionale è prevista a partire dalle ore 16.30. A Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, nella Sala del Maggior Consiglio, il sindaco Marco Bucci e il presidente della Regione Giovanni Toti apriranno le celebrazioni. 

Tutti i cittadini sono invitati ad esporre la bandiera di San Giorgio alle finestre.

Parallelamente – sempre dalle ore 16.30 – dallo Yacht Club Italiano partirà il Galeone che, condotto dagli atleti che parteciperanno alla Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare (prevista a giugno a Venezia), avrà a bordo la storica Bandiera di Genova. Gli atleti, sbarcati al Porto Antico di Genova, consegneranno il vessillo ai rappresentanti di una delle “eccellenze” genovesi che concorrono a dare lustro al nome di Genova nel mondo: sarà infatti l’equipe dell’Ospedale Gaslini, che ha effettuato a fine marzo il primo intervento di autotrapianto polmonare su paziente pediatrico, a portare la Bandiera – accompagnati dal Corteo Storico – a Palazzo Ducale. Dopo la consegna al sindaco, il vessillo sarà issato sul torrione dell’antica sede dogale.

La festa proseguirà al Porto Antico dove, alle 18.30, si esibiranno le bande musicali genovesi che eseguiranno “Ma se ghe pensu”. Le bande confluiranno in Porto Antico percorrendo un tratto della città ciascuna e concorrendo così a portare la festa in ogni angolo del centro. 

Marco Rinaldi


Il gran finale arriverà con lo spettacolo di Marco Rinaldi e, a seguire, con il concerto di Beppe Gambetta. Animazione swing a partire dalle ore 21.  

Tutte le info e il programma su http://bit.ly/festadellabandiera19

ultimo aggiornamento: 23-04-2019

X