Viaggiare sicuri per bambini, ecco cosa fare

Viaggiare sicuri è una questione di scelte. Cosa fare quando si portano dei bambini con sé?

Evitare le zone infestate dalla malaria

Viaggiare sicuri con bambini è una questione di attenzione. Sul sito ufficiale della Farnesina si spiega che i bambini possono recarsi in zone a rischio, ma con alcune precauzioni.

Prima di tutto, i bambini devono essere vaccinati. I vaccini devono essere somministrati in base all’età. In più, va concordato con il pediatra quali vaccini fare prima di recarsi in zone a rischio (soprattutto in Africa e, in generale. nel Sud del mondo).

Per i bambini dall’allattamento fino ai 5 anni, si sconsigliano alcune zone particolarmente ostili, per via dei problemi gastrointestinali. I più piccoli sono più a rischio, quindi, se proprio è necessario portarli in queste zone, è bene portare qualcosa per affrontare eventuali diarree.

Se le malattie infettive si possono prevenire con il vaccino, è anche vero che esporre un bambino alla malaria fino ai 5 anni di età significa rischiare la sua vita.

Viaggiare sicuri per bambini felici: consigli

viaggi bambini consigli utili
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/
veicolo-infante-ragazzo-69771/

Molto prima della partenza, è bene informare il bambino e stimolare la sua curiosità. Parlare del luogo dove si andrà, di quanto è lontano da casa, di quanto sarà bella la vacanza sarà di aiuto.

In più, il bambino deve sapere che i suoi genitori gli saranno accanto e che non deve allontanarsi per nessun motivo.

Se il bambino ha patologie pregresse, è bene portare con sé tutti quei medicinali salvavita che possono servire, oltre alle certificazioni in lingua straniera per eventuali controlli.

Viaggiare sicuri bambini: l’assicurazione

Viaggiando con i bambini si può sottoscrivere una polizza viaggio famiglia che comprende anche gli adulti.

Con una polizza per famiglie, si tutelano tutti i componenti e si risparmia sul costo complessivo. Il bambino sarà tutelato in caso di perdita bagagli, annullamento viaggio, ma soprattutto se avesse bisogno di aiuto medico all’estero.

Anche i bambini devono avere il passaporto e un documento di identità. Se sono troppo piccoli, si può anche ottenere un foglio al Comune di residenza, dove ci sono indicati tutti i dati del bambino.

La polizza assicurativa vale anche come documento di viaggio. Anche i bambini hanno bisogno del visto per poter viaggiare nei paesi che lo richiedono.

Infine, la tutela assicurativa non copre nel caso in cui il genitore non accompagna il bambino durante il viaggio e nel paese estero. I bambini al di sotto dei 14 anni non dovrebbero viaggiare da soli, soprattutto se è la prima volta che prendono un volo.

Cosa portare

Cosa portare quando si viaggia con i bambini? Prima di tutto, una valigia enorme. Infatti, oltre a vestiti di ricambio, eventuali medicine salvavita, documenti, saranno necessari anche:

  • Giochi e passatempi;
  • Detergenti;
  • Kit di pronto soccorso;
  • Strumenti per affrontare al meglio gli imprevisti.

Insomma, per viaggiare sicuri le attenzioni non sono mai troppe!

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/figlio-padre-persone-bambino-2577900/

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-01-2018

Redazione Napoli

X