Il Ministero della Salute dispone il divieto di immissione in commercio (vendita) delle U-Mask Model 2 e il ritiro del medesimo prodotto.

Il Ministero della Salute ferma la vendita delle U-Mask e dispone che i dispositivi di protezione vengano ritirati dal mercato per i potenziali rischi per le persone che le indossano.

L’indagine dei Nas

Il caso nasce da un attento e scrupoloso lavoro di indagine da parte dei Nas di Trento che avevano lanciato l’allarme alle autorità sanitarie competenti dopo aver scoperto che le mascherini, vendute come dispositivi medici, erano prodotte da un laboratorio che non aveva l’autorizzazione.

Carabinieri
Carabinieri

Coronavirus, l Ministero della Salute vieta la vendita delle U-Mask Model 2

Il Ministero della Salute è intervenuto sulla questione chiarendo che le U-Mask, che pure hanno riscosso un grande successo in termini di vendite, non possono essere considerati dispositivi medici e si riscontrano potenziali rischi per la salute. Il Ministero ha quindi disposto “il divieto di immissione in commercio del dispositivo medico U-Mask Model 2” oltre che il “ritiro del medesimo prodotto

Ministero della Salute
Ministero della Salute

L’azione dell’Antitrust

Il successo commerciale delle U-Mask era evidentemente legato al fatto che, nella presentazione del prodotto, si affermava che il dispositivo fosse in grado di bloccare i contaminanti dell’aria e di distruggerli nel filtro. Una sorta di mascherina killer in grado di annientare il virus.

La campagna pubblicitaria è finita anche sotto la lente dell’Antitrust che ha aperto un procedimento ipotizzando che il prodotto sia sponsorizzato con modalità ingannevoli oltre che aggressive, cavalcando l’onda emotiva dell’emergenza sanitaria. Il tutto si è tradotto in un prezzo del prodotto decisamente più alto rispetto ad altre mascherine. In vendita al prezzo di 35 euro, le mascherine in questione sono meno efficaci di quelle in vendita a cinquanta centesimi.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 20-02-2021


Palermo, 145 percettori del reddito di cittadinanza erano stati condannati per mafia

Lampedusa, barca piena di migranti si ribalta durante le operazioni di soccorso