Vincenzo Montella cambia il Milan, Nikola Kalinic resta la certezza

Milan, Nikola Kalinic l’Intoccabile: l’ultimo arrivato rapisce Vincenzo Montella e riscrive le gerarchie del reparto.

chiudi

Caricamento Player...

Abbiamo visto in questo inizio di stagione come il tecnico rossonero Vincenzo Montella difficilmente (mai in realtà) si affidi per due volte consecutive allo stesso undici titolare, segno del fatto che il Milan ha una rosa più lunga rispetto alle passate stagioni ma anche del fatto che forse in alcuni ruoli le gerarchie sono ancora da definire. Poche le certezze dei rossoneri anche in vista della sfida del Marassi contro la Sampdoria, con il Diavolo chiamato a dare continuità ai risultati delle ultime gare. Tra i pochi punti fermi dell’Aeroplanino c’è, forse con un po’ di sorpresa anche per i tifosi del Milan, Nikola Kalinic.

Forse non bello ma funzionale al gioco del Milan: Nikola Kalinic è imprescindibile

Arrivato in rossonero accolto da un moderato scetticismo, l’attaccante croato si è rimboccato le maniche e ha iniziato a lavorare duro sui campi di allenamento. Sempre difeso a spada tratta dalla società e dall’allenatore, Nikola Kalinic sembrava destinato a un lungo periodo di adattamento in panchina, all’ombra di Patrick Cutrone. Galeotta fu, molto probabilmente, la sconfitta con la Lazio e le critiche piovute su Vincenzo Montella che, accusato di lasciare in panchina i frutti di una faraonica campagna acquisti, ha varato il nuovo modulo con la difesa a tre e lanciato dal primo minuto la coppia d’attacco nuova di zecca André Silva-Nikola Kalinic. In Europa bene il primo, anonimo il secondo che poi all’esordio in campionato fa due gol, rapisce il pubblico e guadagna il grado di intoccabile. Impresa non da poco nel Milan 2017-2018.