Vincenzo Montella solo contro tutti: dirigenza e proprietà lo mettono nel mirino. Il tecnico mai così in bilico.

Sconfitta dopo sconfitta, indiscrezione dopo indiscrezione, è orma da settimane che si parla del possibile esonero di Vincenzo Montella. Condannato dalle cifre del calciomercato estivo e da una classifica ben al di sotto delle aspettative della dirigenza e soprattutto dei tifosi, il tecnico rossonero fatica a mantenere il suo posto alla guida della squadra. L’Aeroplanino continua a predicare calma e pazienza ma perde inesorabilmente quota ogni volta che lascia punti per strada. Di fronte all’ennesima prova del nove, fatta dalle sfide contro AEK Atene e Sassuolo, questa volta il tecnico sembra davvero giocarsi il tutto per tutto. Al termine della gara contro la Juventus Montella è parso quasi rassegnato, e il recente scambio di dichiarazioni a distanza con Marco Fassone ha evidentemente mostrato le prime crepe di un rapporto che fino a qualche giorno fa tutti si impegnavano a presentare come sereno e costruttivo.

Il bel gioco può aspettare, il Milan ha bisogno di punti

Quella che sembra essere venuta meno in casa Milan è l’unità d’intenti. Nessuno fino a questo momento ha fatto drammi, ma ora è il caso di invertire la tendenza. Massimiliano Mirabelli in tempi meno sospetti ha sottolineato come il tempo non sia infinito per nessuno, e nelle scorse ore Marco Fassone ha invitato pubblicamente il suo allenatore a badare più alla sostanza e meno alla forma. Tradotto, il bel gioco può aspettare, il Milan ha bisogno di punti.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Marco Fassone Milan

Ma Montella non ci sta…

Così coerente da sembrare folle, Vincenzo Montella nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con l’AEK Atene ha risposto a Fassone continuando a difendere il suo modello di gioco e affermando di voler arrivare ai risultati attraverso la conduzione della gara. Certo, poi in alcuni casi anche i punti sporchi vanno bene. Alla fine solo quelli che salvano le panchine al di là delle parole…

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 02-11-2017


Mirabelli, colloquio con Jorge Mendes: deciso il futuro di André Silva

Filippo Inzaghi, i ricordi di Atene e la fiducia a Montella: “Serve tempo”