Superenalotto, a Caorle (Venezia) vinti 77,7 milioni!

Con una schedina da 4,5 euro giocata alla “Tabaccheria Filippi” a Caorle, un fortunato giocatore ha sbancato il Superenalotto. La vincita di 77,7 milioni è la settima più alta nella storia.

CAORLE (VE) – La Dea bendata ha posizionato i propri occhi sulla cittadina veneta intorno alle 20.30. Una schedina dell’importo di 4,5 euro ha azzeccato la sestina vincente del Superenalotto: 1,8,28, 54, 82 e 90 i numeri vincenti che hanno permesso al fortunato di sbancare il concorso e di vincere il jackpot del valore di 77,7 milioni di euro! Si tratta del settimo incasso più cospicuo nella storia del Superenalotto.

Il punto vendita

La schedina che ha preso il sei che mancava dallo scorso 25 febbraio (quando in provincia di Padova furono vinti oltre 93 milioni è stata giocata alla “Tabaccheria Filippi” che si trova in viale Santa Margherita. Il nuovo montepremi, a partire da domani 3 agosto, riparte da 17,2 milioni.

Caccia al vincitore

A Caorle è grande festa e in molti si chiedono chi possa essere il fortunato. “Non posso neppure immaginare chi abbia vinto ma spero che i soldi restino qui a Caorle“. Queste le prime parole di Jole Filippi, titolare della tabaccheria baciata dalla fortuna. “Siamo frastornate, questa – ha precisato la donna – è una città balneare con tanti turisti italiani ma anche stranieri, chiunque può avere vinto. Faremo certamente festa non sappiamo ancora come, aspettiamo che passi lo stordimento e poi ci penseremo“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 02-08-2017

Fabio Acri

X