Un uomo pakistano di 43 anni è stato arrestato a Rimini per aver violentato una studentessa di Rimini. La vicenda sarebbe avvenuta nella serata di venerdì 26 ottobre.

RIMINI – Un pakistano di 43 anni è stato fermato dalla polizia di Rimini con l’accusa di aver violentato una studentessa nella giornata di venerdì 26 ottobre. La giovane ha denunciato la vicenda ai medici dell’ospedale Infermi di essere stata abusata e segregata per una notte di un uomo.

I dottori hanno immediatamente chiamato gli agenti che hanno identificato l’autore della violenza. Il pakistano con regolare permesso di soggiorno è stato denunciato a piede libero per abusi e sequestro di persona. Gli accertamenti medici hanno confermato che le ecchimosi e i lividi sono compatibili con il racconto.

Polizia
Polizia (fonte foto: https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it)

Rimini, violentata una ragazza di 23 anni

La vicenda sarebbe accaduto nella giornata di venerdì 26 ottobre 2018. La giovane stava rientrando da Ravenna quando ha deciso di fermarsi in una rosticceria a comprare un kebab. L’uomo prima le ha servito il panino e poi l’ha invitata a casa sua per un massaggio.

La ragazza prima ha rifiutato la proposta ma dopo ha deciso di seguire il pakistano nel suo appartamento. Qui l’uomo l’avrebbe violentata e poi tenuta a casa per una notte. La 23enne il mattino seguente è riuscita a fuggire e denunciare la vicenda ai medici dell’ospedale di Rimini.

I dottori – mentre effettuavano degli accertamenti – hanno riferito la vicenda ai poliziotti che hanno raccolto la testimonianza della ragazza, decisiva per individuare il pakistano che nelle prossime settimane sarà processato per violenza sessuale e sequestro di persona.

fonte foto copertina https://twitter.com/MediasetTgcom24


Migranti, nuovo sbarco a Crotone: la Guardia Costiera soccorre 80 persone

Caso Desirée, tra i violentatori anche il fidanzato?