Visitare le bellezze della Cina, cosa sapere prima di partire

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Oltre a voler visitare la Grande Muraglia, cosa c’è da sapere prima di partire per la Cina?

Assicurazione viaggio Cina: è obbligatoria?

La polizza per viaggiare in Cina è obbligatoria. Serve sia per ottenere il visto turistico, sia per coprire le spese sanitarie, che qui possono essere molto elevate. Si deve avere copia del vecchio passaporto e il passaporto corrente deve avere una validità superiore ai sei mesi.

In più, è importante che i giornalisti dichiarino al momento della richiesta del visto di esserlo, per evitare problemi ai controlli.

Infine, per Macao e per Shangai, si deve chiedere in ambasciata un visto multiplo, proprio per avere la possibilità di fare una visita anche in queste città.

Per ottenere il visto, è fondamentale avere il biglietto di ritorno e assicurarsi di tornare in patria prima della scadenza dello stesso, per evitare l’arresto o l’impossibilità di tornare in vacanza in questo paese.

Assicurazione sanitaria viaggio Cina e visto

visitare cina
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/cina-beijing-la-grande-muraglia-2097075/

La copertura sanitaria deve avere massimale illimitato o comunque elevato. In questo modo, potrà far fronte anche alle spese di rimpatrio. Questo è fondamentale per capire se la polizza è valida per un viaggio in Cina o meno.

Infatti, solo nelle grandi città è possibile ottenere assistenza medica e nelle zone rurali è quasi impossibile riuscire a trovare un medico specialista. Infine, per evitare il rischio di malaria, è importante avere un repellente ed essere in regola con le vaccinazioni.

Purtroppo, la polizza costerà un po’ di più, ma con un massimale adeguato si potrà visitare la Cina senza preoccuparsi di cercare un interprete o nel caso in cui si abbia un malore. Basta contattare la compagnia di assicurazioni e si ottiene subito assistenza medica da parte di una clinica.

Per saperne di più, ecco tutto quello che serve per andare in Cina.

Visitare l’Esercito di terracotta e le altre attrattive turistiche

L’esercito di terracotta è stato dichiarato nel 1987 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Si tratta di una serie di statue che vanno dal 260 al 210 a.C e che sono state volute dal primo imperatore della Cina per proteggerlo nell’aldilà.

Si tratta di ben 8118 statue, per un intero esercito, che è armato e con corazze in pietra. Le opere colpiscono per il realismo e la cura nei dettagli.

Naturalmente, non si può non vedere la Grande Muraglia. Si tratta di una costruzione di 21mila chilometri: i lavori cominciarono nel V secolo a.C. In Cina, non si può far a meno di visitare i templi presenti a Pechino. A Chengdu, invece, c’è uno zoo riservato ai panda, anche questo molto interessante da vedere.

Infine, non si può fare a meno di fare un salto a Shangai, dove si potrà ammirare sia la bellezza del passato, sia i superbi palazzi tra i più alti del mondo.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/hong-kong-skyline-notte-864884/

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 30-03-2018

Redazione Napoli