Vittorio Brumotti aggredito a Brescia. L’inviato di ‘Striscia La Notizia’ è stato preso a pugni e calci da tre spacciatori.

BRESCIA – Vittorio Brumotti aggredito a Brescia. L’inviato di Striscia la Notizia, come riportato dall’AdnKronos, era impegnato in un servizio per la trasmissione su Canale 5 quando è stato preso a calci e pugni da tre spacciatori durante le riprese di un servizio sullo spaccio di droga.

Le condizioni dell’inviato sono buone e il servizio andrà in onda la prossima settimana. Sulla vicenda indagano i carabinieri per cercare di ricostruire meglio la dinamica di questa aggressione.

Vittorio Brumotti aggredito

Un nuovo servizio ed ennesima aggressione per Vittorio Brumotti. L’inviato di Striscia La Notizia era impegnato in un servizio sullo spaccio di droga quando tre persone lo hanno preso a calci, pugni e sputi prima di danneggiare il furgone della troupe, due telecamere e la bicicletta dello stesso inviato.

L’intervento delle forze dell’ordine è stato fondamentale per riportare la calma e iniziare ad accertare meglio quanto successo. Il servizio andrà in onda la prossima settimana. Il giorno non è ancora chiaro, ma in molti aspettano di vedere cosa è successo a Brumotti. L’inviato di Striscia La Notizia è in buone condizioni e presto ritornerà ancora una volta in pista per cercare di portare alla luce le zone più critiche delle città italiane.

Vittorio Brumotti
Archivio Image / Spettacolo / Vittorio Brumotti-Annachiara Zoppas / foto Beescoop/Image

“Ho temuto il peggio”

Paura per Vittorio Brumotti, non alla prima aggressione nella sua lunga esperienza da inviato: “E’ l’aggressione più violenta che abbia mai subìto. Ho temuto il peggio, ma questo non mi scoraggia ad andare avanti nella battaglia per liberare le piazze d’Italia dalla droga“.

Pronto, quindi, a tornare in campo ancora una volta Brumotti per portare alla luce tutte le criticità che sono presenti nel nostro territorio. E non si escludono altri episodi simili, come già successo in passato.


Grave incidente per Andrea Cossu, l’ex Cagliari è in condizioni critiche

Influenza aviaria, primi casi di AH5N8 in Russia