Vittorio Brumotti aggredito a Roma. L’inviato di ‘Striscia la Notizia’ stava documentando lo spaccio di droga al Quarticciolo.

ROMA – Vittorio Brumotti aggredito a Roma. Nuova disavventura per l’inviato di Striscia la Notizia durante la registrazione di un servizio sullo spaccio di droga. Questa volta la zona che interessava al Tg satarico era quella del Quarticciolo, uno dei quartieri della Capitale.

Come riportato da La Repubblica, ad essere colpiti sono stati l’inviato della trasmissione il giornalista Vincenzo Rubano e il cameramen. Decisivo l’intervento dei carabinieri che ha riportato la situazione alla calma. Sono in corso tutti gli approfondimenti del caso anche per accertare la dinamica di quanto successo e risalire all’identità dei responsabili dell’aggressione.

L’aggressione

L’aggressione è avvenuta al termine di un lungo documentario in questo quartiere romano. Un gruppo di persone ha preso di mira la troupe televisiva ed ha iniziato una brutale aggressione. Il più colpito è stato Vittorio Brumotti, ma anche Vincenzo Rubano (giornalista) e il cameramen. Per loro lividi ed escoriazioni e nelle prossime ore saranno ascoltati dagli inquirenti per provare a ricostruire meglio quanto successo.

Decisivo l’intervento dei carabinieri. Sono stati proprio loro a riportare la calma nel quartiere e a consentire di mettere al sicuro la troupe. I punti da chiarire sono ancora diversi e nei prossimi giorni saranno fondamentali gli approfondimenti per chiarire l’accaduto.

Vittorio Brumotti
Archivio Image / Spettacolo / Vittorio Brumotti-Annachiara Zoppas / foto Beescoop/Image

I precedenti

Non è la prima volta che Vittorio Brumotti viene preso di mira durante un servizio. Già in passato ci sono stati episodi simili e l’aggressione più brutta è stata quella di Brescia, come detto anche dallo stesso inviato di Striscia la Notizia subito dopo l’accaduto.

Nonostante questi episodi, Brumotti è pronto ancora una volta a scendere in strada per continuare i propri controlli e portare alla luce le situazioni molto difficili che ci sono in Italia.


Ristoranti, coprifuoco e spostamenti, la bozza del decreto aprile

Johnson and Johnson e trombosi: gli effetti collaterali da segnalare al medico