La tragica scena del bambino di 6 anni che porta sulla tomba della mamma del cibo

Vlad, un bambino di 6 anni di Bucha porta il cibo sulla tomba di sua mamma morta di stenti. Una scena piena di dolore quella immortalata dalla fotografia di questo bambino che si lascia alle spalle la tomba di sua madre dopo aver lasciato sopra del cibo. Succede a Bucha dove il terribile massacro ha provocato dolore e devastazione tra le persone.

Ogni giorno il piccolo Vlad si reca sulla tomba di sua madre sepolta nel giardino di casa per portarle del cibo, quello che le è mancato nei suoi ultimi giorni. La mamma del bambino è morta di fame nella cittadina vittima dell’orrore. Per questo motivo, Vlad ogni giorno porta dei barattoli di cibo, non fiori o oggetti, ma ciò di cui la donna aveva bisogno. Lo scatto dell’Ap racchiude tutto il dolore e la rassegnazione del piccolo Vlad con le mani in tasca e il cappuccio del giubbino sulla testa.

profughi guerra ucraina
profughi guerra ucraina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La desolazione di Vlad

Il viso triste pieno di lacrime di Vlad Tanyuk si lascia il cumulo di terra dove giace sua madre Ira dove ha posato due barattoli avvolti in una sciarpa. Nonostante Mosca continui imperterrita a negare le responsabilità di queste morte, ci sono prove che mostrano le atrocità che i soldati russi hanno inflitto a 300 civili ucraini. La Russia continua a sostenere della fabbricazione delle immagini dei cadaveri nelle strade ma la responsabilità è chiara.

La storia del piccolo Vlad ritratta dalla fotografia di Ap è una delle tante storie tragiche che i cittadini di Bucha e di altre città stanno vivendo in questi giorni. Il bambino di soli 6 anni si trova ad affrontare una triste realtà cercando invano di dare quel conforto che non ha potuto dare a sua madre ora portandole un succo d’arancia e dei barattoli di cibo. Tutto quello che può trovare in questo momento in cui la città è piegata dalla fame.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-04-2022


Le Pen: “Multeremo chi indossa il velo”

Scopri perché il Papa non cita mai Putin nei suoi discorsi