Volkswagen dieselgate: le domande dei clienti

Il Volkswagen dieselgate disorienta e preoccupa i possessori dl Volkswagen e chi è in procinto di acquistarne una. Cerchiamo di fare chiarezza nel marasma di notizie che piovono da ogni parte.

Ho una Volkswagen “incriminata” cosa faccio? È la domanda più ricorrente che circola sulla Rete alla quale cerchiamo di dare risposta provando a mettere un po’ di ordine, cosa non facile, nel Volkswagen dieselgate e le sue impreviste e imprevedibili conseguenze.

  1. Le vetture incriminate sono dotate di motore diesel omologato secondo la vecchia normativa Euro 5. Dal primo settembre questa non è più in vigore ed è stata sostituita dalla Euro 6. Pertanto soltanto se si possiede una vettura Euro 5 si rientra nella casistica del Vokswagen dieselgate.
  2. Il nuovo AD Matthias Müller ha annunciato che Volkswagen richiamerà 11 milioni di vetture, inviando una comunicazione ai clienti per risolvere una volta per tutte il problema dei software. L’operazione coinvolgerà oltre 5 milioni di Volkswagen, più di 2 milioni di Audi, oltre 1 milione di Skoda, circa 700 mila Seat e quasi 2 milioni di veicoli commerciali.
  3. Per quanto riguarda i modelli Volkswagen interessati sono quelli che montano motori EA 189 e Tdi. Ovvero Golf di sesta generazione, Passat di settima e Tiguan di prima.
  4. Escluso, allo stato attuale delle cose, che chi è proprietario di una vettura incriminata possa fare causa alla Volkswagen. La possibilità potrebbe esserci soltanto nel caso in cui, in seguito alle risultanze dell’inchiesta, dovesse essere accertato che l’auto acquistata ha caratteristiche diverse rispetto a quella che si credeva di avere acquistato. In tale caso, infatti, si verificherebbe una clamorosa mancanza di conformità (in base al Codice del consumo), oppure un vizio (in base al Codice civile). Tutte da verificare con un legale le azioni da intraprendere.
  5. Remota per non dire impossibile la possibilità che l’auto possa essere sequestrata. La vettura dovrebbe essere nuovamente sottoposta al ciclo di omologazione previsto dalla normativa europea. Nel caso in cui il livello di emissioni dovesse risultare superiore ai limiti potrebbe risultare fuorilegge. In tal caso la Casa, senza oneri a carico del proprietario, dovrebbe intervenire per ripristinarne la conformità. Solo se questa non fosse possibile potrebbe scattare il sequestro.
  6. Esclusa anche la possibilità per chi ha ordinato una vettura del Gruppo di appellarsi al Vokswagen dieselgate per annullare l’ordine e recuperare la caparra. Al momento attuale non esistono i presupposti che consentano di cancellare legittimamente un ordine senza perdere la caparra versata.

Consiglio, stare alla finestra e attendere gli sviluppi, in primo luogo quelli giudiziari, prima di intraprendere qualsiasi azione.

ultimo aggiornamento: 30-09-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X