Volkswagen Tiguan: completamente nuova al Salone di Francoforte

Un design tutto nuovo e innovazioni tecnologiche per la Volkswagen Tiguan, presentata in anteprima mondiale al Salone di Francoforte

Quest’anno al Salone di Francoforte la Volkswagen cala il poker. Quello delle quattro differenti versioni della nuovissima Tiguan. Come versioni di serie figurano la Tiguan R-Line, particolarmente sportiva, e il classico modello onroad, cui si aggiunge la versione offroad destinata all’impiego fuoristrada. Infine la Tiguan GTE, un prototipo con propulsione ibrida plug-in (potenza di sistema: 218 CV), che offre inoltre un’anticipazione sugli ulteriori sviluppi del modello. Quest’ultimo è dotato di un modulo solare in grado di alimentare la batteria con corrente rigenerativa e di fornire fino a 1.000 km supplementari all’anno in modalità elettrica, quindi senza emissioni.

La nuova versione della Tiguan si presenta come più grande delle precedenti: con 4.486 mm il nuovo modello è più lungo del precedente di 60 mm. Il passo è stato allungato di 77 mm, passando così a 2.681 mm; in larghezza siamo a 1.839, più 30 mm rispetto al passato; l’altezza è stata invece ridotta di 33 mm e misura ora 1.632 mm. Le dimensioni contribuiscono inoltre a rendere il frontale molto più largo, così come contribuisce l’andamento orizzontale delle linee. Questo, inoltre, è il primi SUV della serie equipaggiato con fari a LED. La silhouette della vettura appare accattivante, con una linea di cintura più alta rispetto al modello precedente.

Gli interni della nuova Tiguan coniugano la sportività con il carattere deciso dei SUV. L’attenzione nella progettazione della plancia è stata rivolta tutta al servizio di chi guida: il sistema di infotainment è sistemato in posizione rialzata e orientato verso il guidatore. Più in basso si trova la consolle centrale sportiva con i comandi del climatizzatore, orientata anch’essa verso chi guida e collegata al sistema di infotainment.

Vasta possibilità di scelta anche per la motorizzazione: le differenti linee di allestimento possono essere combinate con otto motori Euro 6. Turbocompressore, iniezione diretta, sistema start/stop e sistema di recupero dell’energia sono dotazioni comuni a tutte le motorizzazioni. I quattro propulsori benzina TSI erogano rispettivamente 125, 150, 180 e 220 CV di potenza. I quattro motori Turbodiesel TDI sviluppano invece 115, 150, 190 e 240 CV. In base ai motori, la Tiguan può avere trazione anteriore (per esempio per le motorizzazioni d’accesso), trazione anteriore o integrale 4Motion, oppure soltanto quest’ultima. Rispetto alla generazione precedente con motori Euro 5, i propulsori quattro cilindri della nuova Tiguan sono più parsimoniosi del 24%; rispetto invece alla più recente evoluzione del modello uscente, equipaggiata con motori Euro 6, si registrano progressi fino al 10%.

Clicca sulle immagini per entrare nella gallery e ingrandirle.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 15-09-2015

Stefano Comella

X