Evasione dal carcere di Volterra, omicida fa perdere le sue tracce

Volterra, evade dal carcere: Gesualdo Sapienza, condannato a 14 anni per omicidio

Il 58enne Gesualdo Sapienza, detenuto nel carcere di Volterra, ha fatto perdere le sue tracce. Condannato a 14 anni per omicidio, era in permesso.

VOLTERRA (PI) – E’ caccia all’uomo in tutta la Toscana. Gesualdo Sapienza, detenuto presso il carcere di Volterra, è evaso dopo aver ottenuto un permesso per gravi motivi familiari.

Condanna per omicidio

Sapienza, siciliano di 58 anni, è stato condannato a 14 anni e 4 mesi per aver ucciso nel 2010 un uomo. All’epoca, il reo aprì il fuco contro Carmelo Ferraro (35 anni). La vittima, operatore ecologico di Palagonia, si era introdotto nell’abitazione di Sapienza brandendo una spranga. I giudici gli hanno riconosciuto l’attenuante della provocazione. Il condannato si è sempre difeso, sostenendo di aver agito per legittima difesa.

Polizia
fonte foto https://twitter.com/TgrSicilia

Le parole della direttrice del penitenziario

Maria Grazia Giampiccolo, direttrice del carcere di Volterra, ha dichiarato: “Aveva ottenuto un permesso di necessità, che può concedere il magistrato di sorveglianza di fronte a particolari situazioni familiari del detenuto. Ieri non è rientrato, ma voglio subito precisare che questo tipo di permesso non è legato, in alcun modo, ai percorsi premiali che vengono concessi ai detenuti“. L’uomo era diretto in Sicilia, per un problema legato alla sfera familiare. Poi si sono perse le tracce.

Precedenti penali e altra evasione

Sapienza era già stato condannato per omicidio: nel 1981, infatti, i giudici lo ritennero colpevole di aver ucciso un autista di autobus e un avvocato durante una tentata rapina. Inoltre, nel 1996 era evaso dal carcere di Perugia durante un permesso.

ultimo aggiornamento: 23-03-2019

X