Gaffe a Roma, cancellata scritta storica nel cuore della Capitale

Vota Garibaldi, lista n. 1: cancellata scritta storica a Roma. Ma il Campidoglio assicura: sarà ripristinata.

Roma protesta per la clamorosa gaffe del Campidoglio che, nell’operazione decoro ha iniziato a cancellare le scritte dai muri e dai monumenti. Fin qui niente di male, anzi. Il problema è che al motto di Roma pulita qualcuno si è fatto prendere la mano e ha cancellato anche una scritta storica nel quartiere della Garbatella, cuore pulsante delle romanità.

“Vota Garibaldi”, cancellata scritta storica a Roma nel nome del Decoro

Vota Garibaldi, lista n. 1“, recitava la scritta su un muro di via Basilio Brollo. Evidentemente qualcuno nell’ufficio Decoro della Capitale deve aver pensato a uno scherzo, a una presa in giro, e così ha deciso di cancellare una scritta storica risalente al 1948.

Lungi dall’essere un atto vandalico, la scritta era uno slogan elettorale originale, con cui si comunicava agli elettori del tempo che il Partito Comunista e il Partito Socialista Democratico Popolare avrebbero corso insieme alle urne, nel Fronte Democratico Popolare. Simbolo della lista unica era proprio il volto di Garibaldi.

Nel cuore della Garbatella era dunque conservato un pezzo di storia, un monumento a cielo aperto. E qualcuno lo ha cancellato. Nel vero senso della parola.

Scritta storica Roma
Fonte foto: https://www.facebook.com/anna.turnaturi

Il Campidoglio: la scritta sarà restaurata

Dal Campidoglio hanno fatto sapere che si è trattato di un errore di un addetto e non della decisione del Comune. La scritta, di notevole importanza storica, sarà restaurata e ripristinata, ma ovviamente non sarà lo stesso.

Eppure, fanno sapere anche dal Partito democratico, sbagliare era difficile, anche perché la scritta era accompagnata da una targa commemorativa posta a pochi metri di distanza dalla scritta.

ultimo aggiornamento: 14-03-2019

X