Il Senato ha dato la fiducia al governo Conte. Il nuovo esecutivo ha superato lo scoglio di Palazzo Madama con 175 sì. Ora toccherà alla Camera.

ROMA – Il primo scoglio per il governo Conte è stato superato. Il premier ha ottenuto la fiducia del Senato con 171 voti favorevoli, 117 i contrari e 25 gli astenuti. Tutto secondo i piani quindi per l’esecutivo di M5s-Lega che ha avuto il sì da parte anche di alcuni dissidenti del MoVimento.

Durante gli interventi dei senatori presenti in aula qualche momento di tensione tra i pentastellati e il Partito Democratico, ma la situazione è tornata alla normalità grazie all’intervento del presidente Casellati.

Senato della Repubblica
Il Senato della Repubblica (fonte foto https://twitter.com/SenatoStampa)

Ora qualche ora di riposo prima di una nuova giornata impegnativa per il premier. Oggi (6 giugno) toccherà alla Camera votare la fiducia. Anche lì non dovrebbero esserci sorprese ed ottenere la sorpresa.

 

https://www.youtube.com/watch?v=W8jIH13qQlQ

Governo, l’affondo di Matteo Renzi: “Non faremo sconti”

In Senato ha preso la parola anche l’ex premier, Matteo Renzi: “Il presidente del consiglio dei ministri – ha confermato – non avrà la nostra fiducia ma avrà sempre il nostro rispetto. Lei con il giuramento è anche il nostro premier e noi la rispetteremo in questa aula e fuori da qui“.

Parlando dell’alleanza M5s-Lega ha detto: “Voi non siete il bipolarismo di domani ma la coalizione sia di oggi che di domani. Non siete lo Stato, siete il potere, siete l’estabilishment. Ora non avere più alibi rispetto a ciò che c’è da fare. Noi non vi faremo sconti“.

L’ex segretario PD ha annunciato anche la convocazione nei prossimi giorni del “ministro della Difesa Elisabetta Trenta al Copasir per chiarire dei punti che lei conosce“.

Di seguito il video con il discorso del premier Conte

fonte foto copertina https://twitter.com/SenatoStampa


La prima vittoria di Salvini è a Dublino

Renzi show al Senato: “Conte non eletto, è un mio collega”