Webuild realizzerà il primo treno proiettile americano. Salini: “Un coronamento di 4 anni di attività”.

ROMA – Webuild realizzerà il primo treno proiettile americano. Dopo una lunga trattativa l’azienda è riuscita a trovare un accordo con la Texas Central per dare vita alla prima ferrovia ad alta velocità negli Stati Uniti. Nei piani delle due società c’è la creazione di un collegamento tra Dallas e Houston in 90 minuti con un convoglio che viaggia a 320 km/h.

Opera che ha portato alla firma di un contratto da 16 miliardi di dollari da parte dell’azienda italiana con le autorità americane.

Il progetto

Il progetto consentirà anche la realizzazione di tre stazioni passeggeri. Infatti oltre a Houston e Dallas, l’azienda italiana realizzerà anche la fermata intermedia di Brazos Valley. Una scelta strategica visto che si tratta di una tappa molto vicina alla A&M University, il maggior ateneo texasno.

Si tratta di una opera sicuramente molto importante guardando soprattutto al futuro. Non è esclusa una realizzazione di una struttura molto simile in Italia, anche se la strada si preannuncia ricca di ostacoli e, soprattutto, di diversi ammodernamenti da fare.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Webuild
fonte foto https://www.facebook.com/WebuildGroupOfficial

Salini: “Coroniamo un sogno”

Molto soddisfatto di questo accordo Pietro Salini, Ceo di Webuild. “Sono onorato di guidare un gruppo di uomini e donne che ci hanno permesso di raggiungere un risultato così importante – ha detto il manager riportato dall’Adnkronos – la firma del contratto con Texas Central rappresenta il coronamento di 4 anni di attività sul progetto, insieme alla nostra società americana Lane, con cui abbiamo sviluppato tutto il design a fianco del cliente. Ma più in generale rappresenta per il nostro Gruppo il raggiungimento di un sogno che viene da lontano, con la creazione nel 2014 di un campione nazionale che univa le competenze di Salini con quelle di Impregilo, a cui si sono aggiunte quelle di Lane negli Stati Uniti nel 2016 e si stanno ulteriormente allagando con Astaldi“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/WebuildGroupOfficial


Istat, torna a crescere la povertà assoluta

Formula 1, il comunicato della Pirelli sul GP di Baku: “Nessun difetto di produzione”. Le cause dei guasti