Windows 7 non si aggiorna senza antivirus, ma solo per evitare problemi

L’ultimo aggiornamento di Windows 7 non viene distribuito ai computer senza un antivirus compatibile con i criteri di sicurezza più recenti, per evitare gravi problemi tecnici.

Una nota tecnica comparsa sul sito ufficiale Microsoft ha confermato che Windows 7 si aggiornerà con le ultime patch di sicurezza (January and February 2018 Windows security updates) se il computer non è equipaggiato con un antivirus compatibile.

Windows 7 non si aggiorna, per continuare a funzionare

Anche se alcune parti delle Rete hanno accolto questa notizia come una specie di forzatura, in realtà la ragione è più che comprensibile.

Dopo i problemi di sicurezza che ci sono stati all’inizio dell’anno con le vulnerabilità Spectre e Meltdown infatti alcuni produttori di software hanno fornito soluzioni in fretta e furia, a volte dimenticando la cautela con cui dovrebbe essere sviluppato un software importante come l’antivirus.

L’ultimo aggiornamento di sicurezza di Windows ha rivelato tutte le falle di questi programmi (che per la verità non sono molti), che in alcuni casi, dopo l’aggiornamento, bloccano o rendono inutilizzabile il computer.

Per evitare ulteriori problemi, Microsoft ha deciso di sospendere gli aggiornamenti, mettendo a disposizione dei produttori di software una chiave del registro di Windows per certificare la loro compatibilità.

Aggiornamento 13 aprile 2018: Microsoft rimuove il blocco

Windows 7, con l’aggiornamento rilasciato di recente, ha ricominciato a funzionare correttamente. Infatti il blocco non era un malfunzionamento, ma un controllo imposto da Microsoft per impedire crash del sistema. Per quanto possa sembrare paradossale ai non addetti ai lavori, è stato necessario un aggiornamento che non rispettasse la regola per sbloccare gli aggiornamenti.
Acrobazie tecniche a parte, l’aspetto importante è che ora Windows 7 si aggiorna di nuovo, anche se non è equipaggiato con un antivirus.

Dunque, se Windows 7 non si aggiorna, la prima cosa da fare è proprio controllare gli aggiornamenti, aspettando che la nostra versione si allinei con questa ultima patch. In questo modo il problema dovrebbe risolversi da solo.

Se anche dopo qualche giorno il problema rimane e Windows 7 non aggiorna le impostazioni, allora è necessario fare un esame più approfondito, partendo da Windows Update, che si trova facilmente cercandolo nel campo di ricerca del Menu Start.

Windows 7 aggiornamento mancante
Windows 7 aggiornamento mancante

Nel caso sia necessario, dovrebbe essere sufficiente fare clic su controlla aggiornamenti per sbloccare la situazione.

Attenzione: le informazioni sottostanti sono diventate obsolete dopo il 13 aprile 2018, ma possono essere ancora utili per computer che non sono stati collegati per diverso tempo o che hanno problemi con gli aggiornamenti.

Aggiornamenti di Windows 7 senza antivirus, è possibile?

Come prima cosa, ricordiamoci che gli aggiornamenti di Windows possono essere graduali, anche in funzione della velocità della nostra connessione, quindi è possibile che il nostro computer stia ancora “aspettando il suo turno”.
Se invece, per qualsiasi ragione, non abbiamo un antivirus installato, possiamo agire manualmente sulla chiave di registro.

Attenzione: le istruzioni di seguito sono riservate agli utenti più esperti, sia perché intervenire sul registro di sistema richiede le giuste competenze, sia perché utilizzare un computer senza antivirus lo espone a una considerevole quantità di minacce. Ecco perché vengono illustrate, per completezza, in versione “breve”.

Come prima cosa apriamo il registro di sistema con il comando regedit.exe, e poi raggiungiamo la cartella HKEY_LOCAL_MACHINE e scorriamo tutto il ramo fino a SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\QualityCompat.
Qui, per ricevere nuovamente gli aggiornamenti, dobbiamo creare una chiave chiamata cadca5fe-87d3-4b96-b7fb-a231484277cc del tipo REG_DWORD e settare il valore a 0x00000000.

Cosa fare per continuare a ricevere gli aggiornamenti di Windows 7 senza lavorare “sotto al cofano”.

Dovrebbe essere sufficiente avere qualche giorno di pazienza. Normalmente infatti i maggiori produttori di antivirus rispondono a queste comunicazioni da parte di Microsoft nel giro di qualche giorno. Se abbiamo particolarmente fretta, verifichiamo se esiste un aggiornamento manuale del nostro antivirus.

Al momento non esiste una lista ufficiale degli antivirus problematici, ma se il problema dovesse sussistere e il nostro Windows 7 non dovesse aggiornarsi per troppo tempo, allora probabilmente è il caso di cambiare antivirus, scegliendone uno di quelli più conosciuti.

Naturalmente, non è necessario scegliere una soluzione a pagamento, ci sono ottimi prodotti anche fra quelli “free”, ma tipicamente le soluzioni a pagamento tendono a rispondere con maggiore velocità ed efficienza a questo tipo di annunci.

[amazon_link asins=’B016LPIIBA,B016LPIKS6,B06XJ63FXR,B0757FJCJ5′ template=’ProductCarousel’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c3752b3d-1d5d-11e8-8a3b-afda98e4ed70′]

Fonte foto copertina: upload.wikimedia.org/wikipedia/it/d/da/W7RTM.png

ultimo aggiornamento: 01-03-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X