Lituania, ex ministro URSS condannato a 10 anni di carcere

In Lituania Dmitry Yazov è stato condannato a 10 anni di carcere per gli eventi del 1991. Con lui giudicato colpevole anche Golovatov.

VILNIUS (LITUANIA) – Nessuno sconto di pena per Dmitry Yazov. Il Tribunale di Vilnius ha condannato a 10 anni di reclusione l’ex ministro dell’URSS per i fatti successi nel 1991. Con lui tra gli imputati c’era anche Mikhail Golovatov, all’epoca ufficiale del KGB, che dovrà scontare invece 12 anni.

La notizia è stata riferita dai media locali visto che le autorità locali avevano impedito ai giornali russi e ai diplomatici di entrare in Tribunale per assistere alla sentenza.

Dmitry Yazov
Dmitry Yazov (fonte foto https://twitter.com/treveraritz)

Lituania, Dmitry Yazov condannato a 10 anni di carcere. 12 per Golovatov

La sentenza riguarda ai fatti successi il 13 gennaio 1991, quando una colonna di veicoli sovietici ha attaccato il centro di Vilnius. Il bilancio di questi scontri è stato di 14 morti e 600 feriti. La responsabilità – secondo i giudici lituani – era dei soldati sovietici anche se la Procura in tutto il processo non ha mai realmente presentato delle prove che attestassero questa cosa.

Nessuna ammissione da parte di Mosca che ha sempre detto come le persone siano state uccise per una provocazione e soprattutto che spari sarebbero partiti dai tetti. Una testimonianza mai ritenuta valida dal Tribunale di Vilnius che ha condannato i due imputati a delle pene tra i 10 e i 12 anni. Nelle prossime ore possibile ricorso in appello per far abbassare la pena di un processo che è iniziato nel lontano 2016.

Yazov e Golovatov sono stati condannati per l’attacco nel centro di Vilnius condotto nel lontano 1991 che è costata la vita a 14 persone mentre il numero dei feriti è stato di 600. Secondo i giudici – nonostante l’assenza di prove concrete – la responsabilità di quanto successo è dell’esercito sovietico. Mosca smentisce qualsiasi coinvolgimento e proverà ad avere ragione in secondo grado.

fonte foto copertina https://twitter.com/treveraritz

ultimo aggiornamento: 27-03-2019

X