Voto di scambio, 13 anni e mezzo a Zambetti, ex assessore alla Regione Lombardia

Lombardia, l’ex assessore Zambetti condannato a 13 anni e mezzo per ‘Ndrangheta

Domenico Zambetti, ex assessore regionale alla Casa della Regione Lombardia, è stato condannato per voto di scambio. Dodici anni a Ambrogio Crespi, fratello di Luigi l’ex sondaggista di Berlusconi

L’ottava sezione del tribunale di Milano ha emesso la sentenza riguardante l’inchiesta sul voto di scambio relativamente alle elezioni regionali del 2010 in Lombardia: tredici anni e sei mesi all’ex assessore regionale per la Casa, Domenico Zambetti, sedici anni e sei mesi al presunto boss della ‘Ndrangheta Eugenio Costantino, dodici anni ad Ambrogio Crespi, fratello di Luigi, ex sondaggista di Silvio Berlusconi, undici anni a Ciro Simonte, presunto affiliato ai clan calabresi. Assoluzione invece per l’ex sindaco di Sedriano Alfredo Celeste e per il medico Marco Scalambra.

Condanne superiori alle richieste dell’accusa

L’inchiesta, condotta inizialmente dal pm della DDA Giuseppe D’Amico e sostenuta in udienza dalla pm Alessandra Cerreti, ha contestato ai condannati l’accusa di voto di scambio: Domenico Zambetti, pagò duecentomila euro per un pacchetto di quattromila voti. Il tribunale ha aggravato le pene rispetto alle richieste dell’accusa in quanto ha riconosciuto il concorso esterno in associazione mafiosa.

ultimo aggiornamento: 09-02-2017

X