Italia, per Nicolò Zaniolo si allontanano gli Europei. Mancini: “Al 70 per cento non sarà con noi ma aspettiamo”.

Nicolò Zaniolo non prenderà parte ai prossimi Europei. La conferma è arrivata in seguito all’ultima visita medica. Il ginocchio del centrocampista della Roma è in buone condizioni, ma i tempi di recupero sono ancora lunghi.

L’infortunio di Zaniolo

Il centrocampista viene da un periodo decisamente sfortunato, culminato con la rottura del legamento crociato in occasione della sfida di Nations League tra Italia e Olanda.

Nicolò Zaniolo ha iniziato a lavorare da subito nella speranza di prendere parte alla spedizione azzurra per i prossimi Europei, ma con ogni probabilità dovrà alzare bandiera bianca. Il suo recupero, per tornare alla sfortuna, è stato rallentato anche dal Covid, che lo ha costretto a rallentare.

Nicolo Zamiolo
Nicolo Zaniolo

La visita ‘chiave’ in vista degli Europei

Arrivati al mese di aprile, il ginocchio di Zaniolo è in buone condizioni ma il rientro in campo è slittato di un mese circa rispetto ai programmi originari. Questo per il Covid che ha costretto il centrocampista a rallentare.

Il problema principale è legato ai muscoli. La gamba interessata dall’infortunio avrebbe un tono muscolare ancora considerevolmente inferiore rispetto all’altra gamba. Forzare il recupero sarebbe possibile ma decisamente molto rischioso. Troppo rischioso, probabilmente.

La visita chiave sarà quella che il calciatore sosterrà tra la fine del mese di aprile e l’inizio del mese di maggio. Salvo clamorosi colpi di scena, a quel punto Zaniolo dovrebbe avere il via libera per tornare ad allenarsi in gruppo, ma difficilmente riuscirà a tornare in condizione per tornare in campo nella fase finale della stagione. E quindi dovrebbe saltare anche gli Europei.

Mancini, “Aspettiamo ancora un po’”

Il Ct dell’Italia Roberto Mancini, ai microfoni de la Gazzetta dello Sport, ha fatto sapere che nessuna decisione è stata presa ma che probabilmente Zaniolo non potrà unirsi alla spedizione azzurra.

“Aspettiamo ancora un po’, ma so che al 70% non ce la farà a essere con noi. In ogni caso Nicolò deve rimanere sereno, davanti a sé ha una carriera molto lunga e non deve forzare il rientro perché ciò che conta di più è la sua salute. Noi conosciamo il suo valore e lo seguiremo fino alla fine. Momenti come questo, nel calcio, possono capitare”.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 09-04-2021


L’Inter presenta la quarta maglia, la prima con il nuovo logo. Ma non è in linea con il regolamento

Mondiali 2022, alla Rai tutto il pacchetto in esclusiva. Foa: “Un grande successo”