Il tecnico madridista presenta la grande sfida di Cardiff: “Sarà una partita aperta, le finali sono 50 e 50“.

Alla vigilia della grande finale di Cardiff, il tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, ha parlato in conferenza stampa dell’attesissimo match di domani. Queste le sue parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Se mi avessero detto che avrei vissuto tutto questo quando ero bambino non ci avrei creduto. Adesso me lo sto godendo: vivo coi giocatori qualcosa di spettacolare. Della Juve abbiamo già parlato, è una grande squadra. Posso solo dire che mi aspetto una partita aperta. La Juve non è solo difesa, lo abbiamo visto. Non è catenaccio: difende molto bene ma  oggi attacca anche molto di più. Tutti dicono sempre che siamo favoriti, al Real va così. Sappiamo vivere con questa pressione: io l’ho imparato da giocatore a Madrid e ora lo so da allenatore. Non siamo favoriti: le finali sono 50 e 50“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Zidane: “La cosa più difficile è mandare sei giocatori in panchina

Il grande dubbio della vigilia riguarda il ballottaggio tra Isco e Bale. Zidane però non anticipa nulla: “Non vi dico chi giocherà, ma ribadisco che possono anche giocare insieme, come ho detto in passato. Tutti sono pronti psicologicamente e fisicamente per giocare. La cosa più difficile per me è mandare sei giocatori in panchina. Per fortuna non vanno più in tribuna, ma non saranno vestiti da giocatori. Sarà dura scegliere, ma è parte del mio lavoro“. Il tecnico risponde quindi alla domanda su chi sarebbe stato il simbolo del Real se lui e Ronaldo avessero giocato insieme: “Lui, perché segna gol. Farlo e parare sono le due cose più difficili, più decisive. Io giocavo bene a calcio, ma non ne segnavo tanti, di gol. Importanti sì, ma non tanti“. Infine, Zidane chiude affermando: “Per arrivare fino a qui abbiamo lavorato tantissimo, ora siamo in un buon momento e siamo pronti per giocare questa gara. Non cambieremo nulla del nostro modo di giocare e daremo tutto“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Juventus

ultimo aggiornamento: 02-06-2017


Allegri in conferenza stampa: “La panchina sarà fondamentale”

Donnarumma, la volontà è di restare al Milan. Contratto con più clausole