In Spagna si moltiplicano le voci sull’addio di Zidane al Real Madrid: il tecnico potrebbe lasciare la guida della squadra al termine della stagione.

Clamoroso dalla Spagna, Zidane potrebbe lasciare il Real Madrid al termine della stagione. Sui media spagnoli circola anche la voce di un possibile esonero alla luce del rendimento non propriamente convincente da parte della squadra.

Real Madrid, Zidane via al termine della stagione

Le voci sul futuro di Zidane si sono moltiplicate dopo la clamorosa eliminazione dalla Coppa del Re per mano dell’Alcoyano, squadra della serie C spagnola. Secondo molti la disfatta potrebbe essere stato uno degli ultimi atti del tecnico francese alla guida del Real Madrid.

Secondo Marca la sconfitta rappresenterebbe la chiusura definitiva del ciclo di Zidane alla guida del Real Madrid. Anche se non si procedesse con l’esonero, le strade si dovrebbero separare alla fine della stagione.

Zinedine Zidane
Zinedine Zidane

Difficile l’esonero prima della fine della stagione

Nonostante le voci che circolano, l’ipotesi di un esonero al momento sembrano trovare conferme anche perché la squadra è ancora in corsa per due titoli. Quindi se il tecnico dovesse riuscire a tenere il gruppo dalla sua parte non si dovrebbe procedere con decisioni drastiche che potrebbero destabilizzare l’ambiente e lo spogliatoio.

“Sono l’allenatore e come sempre non ho problemi a prendermi le colpe anche perché i giocatori ce l’hanno messa tutta il calcio è questo, siamo fuori dalla Coppa e mi prendo le mie responsabilità. Non è una vergogna, è un giorno triste, ma continueremo a lavorare pensando alla Liga e alla Champions”, ha dichiarato Zidane dopo l’eliminazione dalla Coppa. “Esonero? Quando si perde se ne parla sempre, io sono tranquillo anche se dispiaciuto. Non mi piace perdere, tutte le sconfitte sono dolorose per me e per i miei giocatori. Vediamo cosa succederà in questi giorni“.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 21-01-2021


No della Fifa alla Super Lega europea

Serie A, Dal Pino rieletto presidente della Lega. Il manager si è preso qualche giorno per decidere