Zlatan Ibrahimovic sul ritorno in Italia: "Perché no, ma la qualità si paga"

Ibra strizza l’occhio all’Italia: “Faccio ancora la differenza e faccio meglio di quelli che ci sono ora”

Zlatan Ibrahimovic si propone all’Italia: “Faccio meglio di quanto facciano quelli che ci sono adesso. Ma la qualità si paga”.

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Zlatan Ibrahimovic ha fatto il punto sulla sua carriera in occasione della presentazione della strada commemorativa in suo onore. Il campione svedese ha anche strizzato l’occhio all’Italia aprendo al suo ritorno in Serie A.

Ibrahimovic si racconta: “Se ho potuto fare io tante cose, vuol dire che le possono fare tutti.”

Nella prima parte della sua intervista Zlatan ha parlato della sua carriera:

“Sicuramente, possono pensare che sia possibile. Se ho potuto fare io tante cose, vuol dire che le possono fare tutti. Non sono più speciale di qualcun altro, siamo tutti uguali e da dove arrivi non è importante. Che non ci si senta i benvenuti non è importante. Basta credere in sé stessi, avere grande voglia e lavorare, poi il successo arriva per tutti in un modo o in un altro”.

Ibrahimovic
https://www.facebook.com/ZlatanIbrahimovic/

Ibrahimovic ritorna in Italia? Zlatan si propone alla Serie A: “Faccio meglio di quelli che ci sono adesso”

Zlatan Ibrahimovic ha poi parlato del suo possibile ritorno in Italia, una strada da non escludere.

“Al 100%, lo sento da come gioco: faccio ancora la differenza. In Italia e in tutti paesi. Ritiro? Vedremo, ci sono tante cose a cui pensare, sia fisicamente che come opportunità. Se posso venire in Italia non vedo il problema, faccio meglio di quanto facciano quelli che ci sono ora. Secondo me la Juventus sta facendo grandi cose, è il simbolo del calcio italiano per la squadra e i calciatori che hanno. Anche l’Inter sta facendo grandi cose con un grande allenatore, stanno spingendo molto. Le altre squadre stanno provando qualcosa ma non sono ancora a livello della Juve e più staccata c’è l’Inter secondo me. Mi dispiace tanto per il Milan, per me deve essere un top club per risultati e per investimenti, con i migliori giocatori del mondo. Ma al momento non è così”.

Come portare Ibrahimovic in Italia? “Si devono fare investimenti. Tutto arriva dalla proprietà. Se non si fanno investimenti non si va da nessuna parte: la qualità non è gratis“.

ultimo aggiornamento: 08-10-2019

X