Saddam Hussein termina la sua fuga dalle forze americane il 14 dicembre 2003. L’ex rais dell’Iraq si nascondeva a Tikrit.

Il 14 dicembre 2003 gli Stati Uniti annunciano al mondo la cattura di Saddam Hussein.

“We got him!”

Paul Bremer, capo dell’autorità provvisoria in Iraq, dichiara: “Ladies and gentlemen, we got him“.

La cattura di Saddam Hussein

Dopo l’operazione militare lanciata a marzo, Saddam aveva perso il potere e si era dato alla fuga. Il cerchio intorno all’ex rais si stringeva sempre di più, nella zona di Tikrit, a nord-ovest di Baghdad, luogo natale e feudo del 66enne. L’Operazione Alba Rossa si concluse con la cattura dell’ex dittatore, scovato in un buco di ragno, assieme a due guardie del corpo.

https://www.youtube.com/watch?v=WcveUNSzjZk

Processo e impiccagione

Sottoposto a processo dal 2005 per crimini contro l’umanità, il 5 novembre 2006 il tribunale speciale emise la sentenza di condanna a morte. Il giorno dopo l’impiccagione, il corpo di Saddam Hussein fu consegnato al capo della tribù di origine. Il suo cadavere, lavato ritualmente da un imam sunnita, avvolto nel sudario e deposto in una bara coperta dalla bandiera dell’Iraq, fu sepolto nella tomba di famiglia nei pressi del villaggio natale, accanto ai figli ‘Udayy e Qusayy e al nipote quattordicenne Mustafà Hussein, figlio di Qusayy. La tomba fu distrutta nel 2015 nel corso di combattimenti tra l’Isis e le forze di sicurezza irachene: il corpo di Saddam Hussein era stato in ogni caso prelevato dai fedelissimi dell’ex dittatore e messo al riparo in altro luogo.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
14 dicembre 2003 iraq Operazione Alba Rossa Saddam Hussein

ultimo aggiornamento: 14-12-2019


Violenze in casa famiglia a Vercelli: sequestrata la struttura

Valle d’Aosta, Fosson indagato per voto di scambio: si dimette