Il 16 luglio 1950 tutto il Brasile attende la vittoria del Mondiale. A Rio de Janeiro, tuttavia, si consuma il Maracanazo: carioca in vantaggio, poi Schiaffino e Ghiggia rimontano e il titolo va all’Uruguay.

C’è una parola in Brasile che è nata su un campo da calcio ma che nell’uso quotidiano collettivo esprime un disastro più o meno grave in qualunque ambito. La parola in questione è Maracanazo, coniata nel 1950 dopo la conclusione del Mondiale di calcio organizzato proprio dal Paese sudamericano.

Gli antefatti

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l’Europa è in ginocchio e così la Fifa assegna il Mondiale del 1950 al Brasile. Per l’occasione, viene edificato il Maracanà a Rio de Janeiro: impianto monumentale in grado di accogliere una quantità spaventosa di spettatori per i canoni attuali.

I grandi favoriti

I padroni di casa si candidano a vincere la Coppa Rimet. Fin dalle prime partite, infatti, Ademir e compagni disputano grandi prestazioni, spesso spettacolari e con valanghe di gol. Dopo i gironi eliminatori, le qualificate Brasile, Uruguay, Spagna e Svezia accedono al girone finale. Per la prima e unica volta, non c’è la finale unica.

https://www.youtube.com/watch?v=Smw5AVpoyTc

16 luglio 1950, il Brasile cade nella disperazione

L’ultimo match del girone finale è Brasile-Uruguay, in programma il 16 luglio. I padroni di casa, capaci di battere 7-1 la Svezia e 6-1 la Spagna, hanno un punto di vantaggio proprio sulla Celeste. Al Maracanà si riversano qualcosa come duecentomila persone. Il clima è pronto alla festa. Nel primo tempo gli “ospiti” reggono con un buon catenaccio. A inizio ripresa, il brasiliano Friaça entra in area e batte il portiere Maspoli. E’ un tripudio. L’Uruguay, in ogni caso, si riorganizza e a metà del tempo raggiunge la parità: Ghiggia serve Schiaffino che solo a tu per tu con Barbosa scaglia il pallone a rete! Al 79′, poi, Ghiggia gela lo stadio con un tiro che sorprende il portiere. E’ il Maracanazo.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
16 luglio 1950 Brasile Ghiggia Maracanazo Uruguay

ultimo aggiornamento: 16-07-2020


L’Ifab proroga le cinque sostituzioni fino al 2021. E i Mondiali in Qatar saranno una maratona

Serie A, le probabili formazioni della trentatreesima giornata