Sono terminati i negoziati tra Russia e Ucraina in Turchia: i russi “negoziati costruttivi ma decide Putin”.

Si sono conclusi i negoziati tra Mosca e Kiev in Turchia. Il capo negoziatore russo Vladimir Medinsky ha parlato di “colloqui costruttivi” con la contro parte ucraina, a Istanbul. Se si trova “un compromesso, la possibilità di un trattato di pace sarà più vicina“, ha spiegato Medinsky aggiungendo che “un incontro fra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky è possibile, ma solamente dopo che sarà stilata una bozza tra le parti“. 

Il ministro degli Esteri del Paese, Mevlut Cavusoglu, ha affermato che i colloqui, il primo incontro faccia a faccia tra le due parti in più di due settimane, “hanno visto i progressi più significativi dall’inizio delle discussioni tra le due parti“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cavusoglu: la guerra deve finire il prima possibile

Cavusoglu ha affermato che la Turchia ha accolto favorevolmente i due paesi che hanno raggiunto un compromesso e un’intesa comune su alcune questioni, ribadendo che la guerra deve finire il prima possibile.

Ha detto che “questioni più difficili” dovrebbero essere discusse in futuro tra i ministri degli esteri ucraino e russo.

Ucraina: avanti negoziato con Russia e Paesi garanti

Continueremo i nostri negoziati con la Russia ma coinvolgeremo anche i Paesi garanti“. Lo ha affermato il delegato ucraino Mikhaylo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in una conferenza stampa dopo la sessione dei colloqui con rappresentanti di Mosca e Kiev.La Turchia, che ha ospitato l’incontro di oggi, fa parte degli 8 Stati garanti che ha designato Kiev.

guerra ucraina carroarmati trasporto

L’inizio dei colloqui tra Ucraina e Russia

Nuovi colloqui tra Ucraina e Russia ad Istanbul, con Kiev che cerca un cessate il fuoco senza compromettere la sua sovranità o integrità territoriale ed entrambe le parti sminuiscono le speranze di una svolta precoce.

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdoğan , ha aperto i colloqui – il primo incontro faccia a faccia delle due delegazioni in più di quindici giorni – al Palazzo Dolmabahçe di Istanbul, esortando entrambi i negoziatori a “porre fine a questa tragedia”.

Ha aggiunto che la Turchia vede sia il presidente Vladimir Putin che il presidente Volodymyr Zelenskiy come “preziosi amici“. Ha anche affermato che i progressi nei colloqui di Istanbul possono aprire la strada a un incontro tra i due leader di Ucraina e Russia, che la Turchia è disposta ad ospitare.

Anche Abramovich ha preso parte ai colloqui ad Istanbul, ma il miliardario russo non era un membro ufficiale della delegazione.

Freddo benvenuto delle rispettive delegazioni Russe ed Ucraine

La televisione ucraina ha riferito che i colloqui sono iniziati con “un freddo benvenuto” e nessuna stretta di mano tra le delegazioni all’inizio dei lavori.

Consiglio a chiunque stia negoziando con la Federazione Russa di non mangiare o bere nulla, e preferibilmente di evitare di toccare qualsiasi superficie“, avrebbe detto ai delegati il ​​ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

live

ultimo aggiornamento: 29-03-2022


Mariupol è caduta: lo annuncia l’esercito russo

Draghi al Maschio angioino per firmare il Patto per Napoli