L’America festeggia il 4 luglio (tra le polemiche)

4 luglio, Indipendence Day: l’America celebra la Festa dell’Indipendenza con giochi pirotecnici e parate storiche.

L’America festeggia il 4 luglio, Festa dell’Indipendenza. Si tratta di una delle ricorrenze più amate dal popolo statunitense, particolarmente legato alle proprie origini e alle proprie tradizioni.

Cosa si festeggia il 4 luglio?

L’America festeggia l’indipendenza dal Gran Bretagna, ottenuta il 4 luglio 1776. I vertici nel nuovo Stato firmarono un documento in cui si sanciva la completa indipendenza da Londra. Il motto della protesta fu no taxation without representation. Il Regno Unito infatti non riconosceva ai alle colonie americane né il diritto di voto né la rappresentanza in Parlamento.

In compenso le colonie potevano commerciare esclusivamente con la Gran Bretagna.

La protesta sfociò nel famigerato Boston Tea Party, durante il quale un gruppo di persone travestite da indiani gettarono in mare un carico di tè delle navi della Compagnia delle Indie.

La protesta delle colonie sfociò in una sanguinosa guerra con la madrepatria, terminata con il riconoscimento dell’indipendenza degli Stati Uniti.

Festa indipendenza
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/

La festa del 4 luglio in America

Il 4 luglio divenne un giorno di festa a partire – in maniera non ancora diffusa e istituzionale – dal 1781, anche se la prima attestazione di festeggiamenti per l’Indipendence Day risale al 1791.

La parata del 4 luglio

Ogni stato festeggia in maniera autonoma il 4 luglio, caratterizzato dalle caratteristiche parate (anche in maschera) e dagli spettacoli pirotecnici oltre che dal barbecue, pasto tradizionale del giorno della festa dell’Indipendenza.

Festa dell’Indipendenza, Trump organizza una parata in stile militare

In occasione delle celebrazioni del 2019 il presidente Donald Trump ha voluto organizzare una parata in stile militare che non è stata particolarmente apprezzata da parte della popolazione, legata allo spirito nazionale e non a quello militare della nazione.

ultimo aggiornamento: 04-07-2019

X