Abramovich lascia la presidenza del Chelsea: “Ho sempre considerato il mio ruolo di custode del club, il cui compito è garantire il massimo successo che possiamo avere oggi”.

Con un comunicato ufficiale, Roman Abramovich ha reso noto di aver lasciato la presidenza del Chelsea e di aver affidato la guida del club agli amministratori della Fondazione di beneficenza del club.

Roman_Abramovich
Roman_Abramovich

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Abramovic lascia la presidenza del Chelsea: “Credo siano nella posizione migliore per prendersi cura degli interessi della società”

“Durante i miei quasi 20 anni di proprietà del Chelsea FC, ho sempre considerato il mio ruolo di custode del club, il cui compito è garantire il massimo successo che possiamo avere oggi, oltre a costruire per il futuro e allo stesso tempo svolgere anche un ruolo positivo nelle nostre comunità. Ho sempre preso le decisioni tenendo a cuore l’interesse del club. Rimango fedele a questi valori. Ecco perché oggi affido la gestione e la cura del Chelsea agli amministratori della Fondazione di beneficenza del club. Credo che attualmente siano nella posizione migliore per prendersi cura degli interessi della società, dei giocatori, dello staff e dei tifosi”, si legge nel comunicato stampa pubblicato sui canali ufficiali del Chelsea.

Le conseguenze della guerra in Ucraina

Abramovich ha lasciato la guida del Chelsea per le conseguenze della guerra in Ucraina. Dal punto di vista politico, il partito laburista aveva chiesto alla Camera di procedere con il sequestro dei beni di Abramovich e aveva anche ventilato l’ipotesi che il patron dovesse lasciare la guida del club. Questo per i suoi noti legami con Vladimir Putin.

‘Blues’ in vendita

I Blues sono in vendita e il ricavato di questa cessione sarà donato all’Ucraina e alle famiglie delle vittime di questa guerra.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 02-03-2022


Milan, il dossier arbitri si arricchisce di un altro paragrafo dopo il derby

La Francia toglie il Super Green Pass, Djokovic potrebbe partecipare al Roland Garros