Se usiamo o vogliamo usare il tablet per lavoro, ecco gli accessori per trasformarlo in una vera workstation da tenere sempre nella borsa.

Se viaggiamo spesso, usare il tablet per lavoro ha molti vantaggi. I tablet sono più leggeri dei portatili, hanno più autonomia e in generale sono più semplici da usare in mobilità. E usando gli accessori giusti possono diventare davvero compagni inseparabili, con una flessibilità inaspettata. Infatti basta cambiare accessori per trasformare il tablet in un vero sostituto del portatile, oppure in un monitor aggiuntivo per la nostra piattaforma principale.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Accessori tablet: la prima cosa che ci serve è una tastiera

Pensando a lavorare, una delle prime cose indispensabili è una tastiera. Per quanto le tastiere “virtuali” su schermo abbiano fatto passi da gigante infatti, nulla batte in comodità una tastiera fisica. La soluzione più universale possibile per i tablet è quella di passare dal Bluetooth. La maggior parte dei tablet professionali ha un set di accessori dedicati che offrono tastiera e custodia in un unica soluzione, ma esistono anche prodotti universali, sia per quanto riguarda la combinazione custodia + tastiera, sia per quanto riguarda le sole tastiere.

[amazon_link asins=’B011B5ALQA,B00BRBOQXI,B06XSQS7ZP,B00U1L7MC2′ template=’ProductCarousel’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f7c50310-6413-11e8-8865-45067d159ab8′]

Chi lavora molto in mobilità, quindi su mezzi o in postazioni “di fortuna” dovrebbe optare per una soluzione “tutto in uno” che offra la stessa stabilità di un portatile, mentre chi sa di avere spesso accesso a scrivanie potrebbe scegliere soluzioni diverse. Chi ama le tastiere full size dovrebbe guardare con particolare attenzione la [amazon_textlink asin=’B00KQIH8BK’ text=’Microsoft Universal Foldable’ template=’ProductLink’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’8743be0e-6413-11e8-a041-a9e253c1d0e5′], una tastiera pieghevole che da aperta diventa praticamente una ergonomica di dimensioni standard.

Se usiamo il tablet per lavorare, la memoria potrebbe finire in fretta

Inoltre, uno dei problemi “storici” dei dispositivi mobili è la difficoltà di trasferire i dati senza passare da Internet. In Italia però questa strada non è particolarmente comoda, visto che le connessioni a banda larga sono ancora poco diffuse. Certo, possiamo sempre fare qualche magheggio con i cavi o con le schede micro SD, ma sono sempre soluzioni poco pratiche. Però c’è una buona notizia: le buone vecchie chiavette USB si sono “reinventate” e numerosi prodotti offrono collegamenti universali. Possiamo procurarci una chiavetta che abbia un collegamento USB tradizionale e uno per Android o iPad. O entrambi: alcune soluzioni mettono a disposizione tre o quattro collegamenti.

[amazon_link asins=’B06XPWSM1S,B01GK98YE8,B076VT3ZBW,B06XZ3NMYK’ template=’ProductCarousel’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’827a8b71-6415-11e8-b6c6-6926530c948e’]

Tablet da lavoro: input a non finire con le penne e… i mouse!

I dispositivi di input possono fare una grande differenza. Usando una pencil per interagire con lo schermo diventa più facile scrivere appunti e fare schizzi mentre ci spostiamo, anche senza bisogno di utilizzare i modelli super costosi e super potenti presenti nei tablet da lavoro.
Su lato opposto dello spettro troviamo il mouse, il dispositivo da scrivania per eccellenza, che non ha rivali in fatto di comodità quando abbiamo un piano d’appoggio. In questo caso gli utenti Android sono più fortunati. Infatti basta dotarsi di un cavo da pochi euro (che in alcuni dispositivi è addirittura incluso!) per collegare un qualsiasi mouse USB. Provare per credere.[amazon_link asins=’B07744T4LV,B00CPQJFFS,B074H2NGG6,B077HNPPHZ,B01FPZGCUQ’ template=’ProductCarousel’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c3522a6d-6416-11e8-8915-7b2c7a3c19ba’]

Attenzione: nel mondo Android non tutti gli schermi touch usano la stessa tecnologia. Se decidiamo di procurarci un pennino, assicuriamoci che sia compatibile con il nostro tablet.

Tablet per lavoro, anche come supporto

La lista delle buone ragioni per portare con noi un tablet anche per uso professionale sono molti. Per esempio, lo possiamo usare anche come tavoletta grafica, usando applicazioni come virtualtablet per Android o Astropad per iPad, oppure lo possiamo usare come schermo aggiuntivo per il nostro PC, fra le altre cose. Basta usare un po’ di ingegno e diventerà il nostro miglior alleato!

Fonte foto copertina: pexels.com/photo/man-drinking-coffee-and-using-digital-tablet-6362/

 

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 31-05-2018


Sicurezza password, scopriamo se la nostra è stata rubata

Atari VCS, la nuova console da record su Indiegogo