Un uomo di 26 anni ha accoltellato cinque persone a Rimini. Sembra esclusa al momento l’ipotesi terrorismo.

RIMINI – Attimi di paura a Rimini nella serata di sabato 11 settembre 2021. Un uomo di 26 anni di origine somala ha accoltellato cinque persone, tra cui un bambino di cinque anni, prima di essere arrestato dalla polizia. Nessuna delle persone colpite è in gravi condizioni e sono già state ascoltate dagli inquirenti.

Secondo quanto scritto da La Repubblica, l’aggressore già in passato aveva manifestato una personalità violenta e aggressiva, ma sembra essere esclusa l’ipotesi terrorismo. E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto accaduto e capire il motivo di questa aggressione.

La ricostruzione

La ricostruzione è ancora al vaglio degli inquirenti. Dalle prime informazioni, il 26enne è stato avvicinato da due addette alla sicurezza su un autobus per verificare il biglietto. In un primo momento non ha reagito, ma subito dopo ha estratto un coltello e ferito in modo lieve le due addette. Poi minacciato il controllore prima di tentare la fuga.

Durante l’inseguimento della polizia, il giovane ha accoltellato altre tre persone, tra cui un bambino di cinque anni alla gola. Il soggetto è stato poi fermato dagli inquirenti.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Polizia
Polizia

Le indagini

La Procura ha aperto un’indagine per accertare meglio quanto successo. Nessuna ipotesi è esclusa e gli inquirenti aspettano anche gli approfondimenti medici per capire se il 26enne abbia fatto sotto effetti di sostanze stupefacenti, ma su questo ancora non si hanno conferme ufficiali.

La pista del terrorismo sembra essere esclusa e gli investigatori stanno facendo tutti gli accertamenti del caso per capire meglio cosa ha portato l’uomo a compiere questo gesto.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 11-09-2021


No Green Pass in piazza da Palermo a Milano, tensioni a Torino, calci ai poliziotti

L’Fbi pubblica il primo documento sugli attentati dell’11 settembre: le indagini sulla pista saudita