Dopo un incontro di due ore i due leader di PD e Azione hanno trovato l’accordo per correre insieme alle prossime elezioni politiche.

Alla fine è stato trovato un accordo. I due segretari Enrico Letta e Carlo Calenda, rispettivamente di Partito Democratico e Azione, hanno trovato un accordo per presentarsi insieme alle prossime elezioni politiche in programma il prossimo 25 settembre. Azione e +Europa faranno quindi parte della coalizione di centrosinistra alle prossime politiche. Quando sembrava ormai insperato un accordo tra i due, con Azione he pareva ormai destinata a far parte del terzo polo insieme a Italia Viva, coalizione di centro, è arrivato l’accordo con un ultimo incontro avvenuto tra i due leader, dopo mesi di scontri verbali.

Enrico Letta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I punti di divergenza tra i due

La diatriba tra i due segretari di partito verteva principalmente sulle alleanze che si sarebbero dovute instaurare per contrastare la destra, che si presenterà compatta. Per Enrico Letta sarebbe necessario presentarsi tutti sotto un’unica bandiera ed un unico simbolo, mettendo insieme personalità molto diverse tra loro come lo stesso Calenda, Emma Bonino di +Europa, Fratoianni di Sinistra Italiana e il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Tutte figure che durante la legislatura che sta andando ad esaurirsi sono stati spesso in conflitto tra loro.

E sarebbe proprio questo tipo di macro alleanza che Carlo Calenda non vorrebbe dichiarando inizialmente che “Noi siamo il centro e prendiamo il voto dei moderati. Se devo stare in un cartello con Verdi, Sinistra italiana e ex moderati, allora i moderati li spavento ed è meglio che ognuno vada per conto suo”. Ora invece e nuovamente tutto cambiato con le due parti che hanno trovato un accordo, resterà ora solo da capire quale se sarà basato su un programma elettorale condiviso o su una cernita di nomi che risponde alle esigenze e alle volontà di tutte le parti in causa.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-08-2022


Bonino: “No a Renzi in coalizione”

Azione-Pd: arriva l’accordo con le condizioni di Calenda