Dramma in Afghanistan, uccisa giovane attivista per i diritti delle donne. Indagini in corso, fermati due sospettati.

È stata uccisa la ragazza di 29 anni attivista per i diritti delle donne e docente di Economia in Afghanistan. La vittima si chiama Frozan Safi e il suo corpo è stato ritrovato a due settimane di distanza dalla sua scomparsa.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Attivista per i diritti delle donne uccisa in Afghanistan

A riportare la notizia del ritrovamento del cadavere è il Guardian, secondo cui il corpo della giovane attivista era crivellato di colpi di arma da fuoco. La vittima è stata identificata dalla sorella, che sarebbe riuscita a riconoscere la giovane solo dai sui vestiti. Il volto infatti sarebbe stato reso irriconoscibile dai colpi di arma da fuoco, esplosi probabilmente da distanza molto ravvicinata.

Stando a quanto emerso a mezzo stampa, poco prima della sua scomparsa Frozan Safi aveva ricevuto una telefonata anonima con la quale era stata invitata ad andare via. La donna, evidentemente intimorita, aveva effettivamente presentato una regolare richiesta di asilo per trasferirsi in Germania.

Kabul
Kabul

Le indagini degli inquirenti e le ipotesi

Non solo. Insieme a quello di Frozan Safi sono stati ritrovati anche altri corpi. Le autorità hanno arrestato due persone che avrebbero ammesso di aver invitato le donne nell’abitazione dove poi sono stati ritrovati i corpi senza vita.

Una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti è che le quattro donne si conoscessero e avessero l’intenzione di lasciare il Paese. Gli assassini potrebbero averle ingannate promettendo loro un aiuto per fuggire all’estero.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 06-11-2021


Attacco con coltello in Germania, almeno tre feriti

Covid, si avvicina il rischio della zona Gialla prima di Natale