Un inviato de Le Iene aggredito a Parigi dal marito della figlia di Totò Riina durante un servizio. Una finta estorsione a causare l’aggressione.

PARIGI (FRANCIA) – Inviato de Le Iene aggredito a Parigi. Secondo quanto riportato da TGCOM24, Alessandro Di Sarno è andato in Francia per fare uno scherzo alla figlia di Totò Riina, che qualche tempo fa ha aperto un ristorante proprio nella capitale francese. Una finta scena di estorsione con il marito – che dopo aver saputo che si trattava del programma di Italia 1- ha aggredito verbalmente e fisicamente la troupe televisiva.

Uno scherzo forse di cattivo gusto con l’inviato de Le Iene che ha avuto la peggio. Per fortuna le sue condizioni non sono gravi ma l’aggressione poteva avere degli esiti peggiori visto che è stato lanciato anche un coltello.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Lucia Riina
fonte foto https://www.facebook.com/RiinaLucia/

Inviato de Le Iene aggredito a Parigi dal marito della figlia di Totò Riina

Non è la prima volta che un inviato de Le Iene viene aggredito durante o dopo il servizio. Questa volta a finire nel mirino del programma televisivo la figlia di Totò Riina che qualche settimana fa ha aperto un ristorante a Parigi con il nome Corleone.

Le telecamere sono arrivate anche in Francia con la Iena che ha provato ad inscenare uno scherzo. E’ andato al locale per chiedere il pizzo. Naturalmente si tratta di uno sketch di poco gusto. Dura la reazione del marito della figlia di Totò Riina che ha aggredito in maniera dura l’inviato, lanciando anche un coltello. La situazione è tornato alla normalità poco dopo con la troupe del programma televisivo che è stato costretto a lasciare il locale per evitare ulteriori reazioni che potevano avere sicuramente effetti peggiori. Nessun particolare problema per l’inviato che è ritornato in Italia per continuare a fare i suoi servizi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/RiinaLucia/

ultimo aggiornamento: 04-03-2019


Carnevale e polemiche: a Formello il carro dei migranti con la scritta No pago affitto

Razzismo in Italia, a Venezia lasciate offerte ‘solo per gli italiani’