Alberto Michelotti è morto a Parma all’età di novantuno anni. È stato un arbitro-simbolo degli anni ’70 e un grande appassionato di ciclismo.

È morto all’età di novantuno anni Alberto Michelotti, arbitro in attività nel corso degli anni Settanta e uomo in grado di conquistare il cuore dei tifosi. Basti pensare che in occasione della sua ultima partita i tifosi del Napoli gli dedicarono uno striscione.

Arbitro
Arbitro

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Morto Alberto Michelotti, storico arbitro

Alberto Michelotti si è spento a Parma all’età di novantuno anni. In pochi minuti sui social si sono moltiplicati i messaggi di cordoglio da parte di persone che lo hanno conosciuto o che lo hanno visto arbitrare nei suoi anni d’oro.

L’Associazione Italiana Arbitri piange Alberto Michelotti, 91 anni, figura storica del movimento arbitrale, entrato anche a far parte nel 2020 nella Hall of Fame del calcio italiano“, si legge nel post condiviso dall’Aia sui propri canali ufficiali.

Chi era

Nato il 16 luglio del 1930, Michelotti muove i primi passi nel mondo del calcio… da calciatore. Giocava in porta. Poi, al termine di una carriera abbastanza breve e senza particolari lampi, inizia la sua seconda vita nel mondo del calcio. Quella da arbitro.

Diventa arbitro nel 1958 e dopo dieci anni in provincia arriva in Serie A. Si mette in luce per le sue qualità tecniche e per le sue doti umane. Dirige tre finali di Coppa Italia e dirige partite di spicco anche in ambito internazionale. Resteranno per sempre nella sua storia la finale di Coppa Uefa del ’79 tra Borussia e Stella Rossa e la partita inaugurale degli Europei del 1980, quando gli fu affidata la direzione della gara tra Cecoslovacchia e Germania Ovest.

Non solo il calcio. Michelotti era un grande appassionato di ciclismo e collaborò con Torriani nell’organizzazione del Giro d’Italia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 19-01-2022


Serie A e sport di squadra, il nuovo protocollo: le regole

Asse Inter-Samp: Sensi da Giampaolo, Thorsby in nerazzurro?