L’allarme dalla Francia: alcune mascherine potrebbero essere inefficaci contro alcune varianti del Covid. Ecco quali sono.

Mentre la comunità scientifica continua a lavorare contro le varianti del Covid che proliferano in diversi Paesi del mondo, scatta un primo allarme sulle mascherine: alcune potrebbero essere inefficaci contro le varianti del nuovo coronavirus. Non è un caso che diversi paesi europei abbiano introdotto l’obbligo di indossare la FFP2, che nel corso della prima ondata in Italia sostanzialmente era introvabile o venduta a peso d’oro.

Covid, alcune mascherine potrebbero essere inefficaci contro le varianti

L’allarme arriva dal ministro francese della Salute Olivier Véran. Il ministro, parlando dell’impennata di nuovi casi, ha suggerito alcune varianti del virus, che sappiamo essere più contagiose della versione tradizionale con la quale ci siamo confrontati nel corso della prima ondata, potrebbero superare la rete di protezione di alcune mascherine tra quelle molto diffuse.

In attesa di evidenze scientifiche e di indicazioni da parte delle autorità sanitarie, l’ipotesi è che le mascherine in stoffa potrebbero non garantire l’adeguata tutela in quanto hanno un livello di protezione inferiore al 70% delle particelle di 3 micrometri. Si tratta delle dimensioni delle gocce di saliva che come ormai abbiamo imparato sin troppo bene sono il primo veicolo di trasmissione del nuovo coronavirus.

Mascherine coronavirus
Mascherine coronavirus

Quali mascherine indossare?

Si consiglia quindi di indossare le FFP2 e le mascherine chirurgiche. Come evidenziato in precedenza siamo di fronte ad opinioni fondate che devono essere valiate dalla comunità scientifica. Il fatto che le FFP2 e le mascherine chirurgiche comunque offrano una protezione maggiore non rappresenta una novità. Anzi, siamo di fronte ad un’evidenza.

Mascherine FFP2 obbligatorie?

Difficile al momento ipotizzare che il governo possa rendere le FFP2 obbligatorie anche in Italia. Questo perché, se rese obbligatorie, le mascherine in questione dovrebbero essere disponibili per tutti. Un problema logistico ed economico non indifferente.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 20-01-2021


Si può andare nelle seconde case fuori regione? Il chiarimento

Violenta esplosione a Madrid, semidistrutto un edificio