La donna avrebbe sedato il marito e poi lo avrebbe strangolato con i lacci delle scarpe. Poi ha confessato l’omicidio.

Dramma in Provincia di Alessandria, donna uccide il marito e poi chiama i carabinieri per confessare l’omicidio. Parlando con i militari, la donna ha dichiarato di aver agito perché esausta e disperata per le violenze anche fisiche da parte del marito.

Omicidio in Provincia di Alessandria: donna uccide il marito e confessa: stanca dei maltrattamenti

Il caso di cronaca è avvenuto nella serata dell’11 luglio a Borghetto di Borbera, in Provincia di Alessandria. L’allarme è scattato dopo che una donna ha telefonato ai carabinieri confessando di aver ucciso il marito. La vittima è Luciano Giacobone, un uomo di 64 anni.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo si sarebbe recato in ospedale per alcune ferite che si sarebbe procurato durante una lite domestica con la moglie. Il 64enne è stato regolarmente dimesso in buone condizioni di salute.

Nel pomeriggio, quindi poche ore prima di essere ucciso, l’uomo aveva avuto una accesa discussione con il figlio. I due sarebbero arrivati a lanciarsi anche le bottiglie. La situazione stava evidentemente sfuggendo di mano e per questo motivo entrambi hanno deciso di contattare i carabinieri. Proprio per le ferite riportate nel corso della lite l’uomo si è recato in ospedale, con una ferita all’orecchio.

La moglie, stando al racconto, lo ha sedato e poi lo avrebbe strangolato con i lacci delle scarpe. È stata proprio la donna a contattare i carabinieri confessando l’omicidio del marito.

Parlando con i militari, la donna ha dichiarato di aver agito perché stanca dei maltrattamenti che sono andati avanti per anni.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
Carabinieri

Le indagini

Sul caso indagano i carabinieri. La donna, in stato di fermo, ha confermato la versione dei fatti fornita in un primo momento e attualmente si trova in carcere a Torino.

Sembra in realtà che la donna non abbia mai denunciato violenze domestiche da parte del marito e ci sarebbero dubbi anche sul fatto che la donna abbia subito maltrattamenti per anni. Sembra però che negli ultimi mesi l’uomo abbia cambiato atteggiamento, diventando più aggressivo.


Cuba nel caos, migliaia di manifestanti in piazza

Milano, paziente accoltella medico in ospedale