Allarme bomba alla stazione ferroviaria di Pescara, disagi in mezza Italia

Pescara, allarme bomba alla stazione centrale. Traffico ferroviario paralizzato in mezza Italia. Sul posto i vigili del fuoco e gli artificieri.

Un allarme alla stazione di Pescara ha paralizzato la circolazione dei convogli con disagi in gran parte dell’Italia. Per un intervento delle autorità giudiziarie, la tratta che passa per lo snodo è stato deviato o interrotto a partire dalle ore 15.30 circa.

Allarme bomba alla stazione di Pescara, traffico ferroviario in tilt

I disagi sono iniziati intorno alle 15.30 probabilmente per un allarme bomba. Stando alle prime ricostruzioni sarebbe stato individuato un ordigno bellico. Sulposto sono intervenuti gli uomini delle forze dell’ordine, gli artificieri e i pompieri incaricati di rilevare la presenza di sostanze radiologiche, chimiche e batteriologiche.

Trenord
fonte foto https://www.facebook.com/Trenord-1949772078428123/

Pescara, traffico ferroviario in tilt

Le autorità hanno provveduto a isolare la zona e allontanare le persone che si trovavano all’interno della zona rossa. Il personale della stazione non ha specificato i motivi del disagio e dagli altoparlanti ha annunciato solo l’intervento delle autorità giudiziaria invitando le persone ad allontanarsi dalla zona.

Il falso allarme nucleare

Stando a quanto appreso da cronisti locali, sembra che a causare i disagi sia stato un allarme – rivelatosi falso – di una persona che aveva denunciato la presenza di un ordigno nucleare. Anzi, una telefonata anonima aveva annunciato la presenza di quattro bombe nucleari pronte ad esplodere.

Le autorità hanno proceduto con le verifiche del caso e non hanno trovato alcuna traccia degli ordigni.

Il falso allarme ha comunque comportato diversi disagi alle persone che viaggiavano in treno, con il traffico ferroviario che è rimasto bloccato o deviato per due ore circa.

ultimo aggiornamento: 09-09-2019

X