La Protezione civile della regione Lazio lancia l’allarme incendi: un’altra conseguenza del cambiamento climatico.

Ieri un altro incendio vicino al Parco del Pineto a Roma Nord. Ormai da oltre dieci giorni la città di Roma è afflitta da roghi continui. Ambulanze per curare gli intossicati dalle fiamme e vigili del fuoco per spegnere gli incendi. Le fiamme hanno danneggiato un centro sportivo Vis Aurelia. Il fumo era visibile da Piazza di Spagna. Anche gli abitanti si sono adoperati a spegnere le fiamme prima che arrivassero i soccorsi per difendere le loro case.

“È un incendio molto preoccupante e vasto, con inneschi multipli, anche se ora ci saranno le indagini per verificare la possibile natura dolosa. Il rogo sta investendo varie zone: alla casa di riposo c’è stata una evacuazione di persone, alla Balduina sono state fatte evacuare delle case lambite dall’incendio. Siamo preoccupati e siamo qui vicini ai cittadini per affrontare questa grave emergenza. Ringraziamo l’impegno grandissimo dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile” ha detto il sindaco della capitale Gualtieri.

Incendio Vigili del fuoco
Incendio Vigili del fuoco

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La situazione peggiora nel Lazio

La Protezione civile del Lazio lancia un preoccupante bilancio sulla situazione della regione: ci sono stati ben 100 incendi in un solo giorno. «Tre elicotteri della Protezione civile da questa mattina sono operativi nello spegnimento dell’incendio che interessa la zona Balduina-Pineta Sacchetti: sono state evacuate case di riposo e abitazioni, mentre il vento non facilita le operazioni di spegnimento» scrive in un comunicato. La situazione è nettamente peggiore comparato allo scorso anno nello stesso periodo.

«Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, tra il 15 giugno e il 3 luglio 2022, abbiamo avuto 1.750 interventi contro i 400 registrati nello stesso periodo del 2021», un dato allarmante dovuto al vertiginoso aumento delle temperature e alla grave siccità che sta colpendo anche la regione Lazio. Il governatore aveva fatto richiesta di rientrare tra le regioni in stato di emergenza ma dovrà aspettare insieme a Umbria e Toscana.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-07-2022


Draghi sulla Marmolada: “Non deve succedere più”

Covid, a settembre i vaccini aggiornati