Rischio listeria per gli acquirenti a cui viene chiesto di non consumare i lotti di mortadella a marchio Veroni.

Il ministero della Salute ha pubblicato sette avvisi riguardanti alcuni lotti a marchio Veroni distribuiti in diversi supermercati italiani. La raccomandazione agli acquirenti è “di non consumare il prodotto e di riportarlo al punto vendita per la sostituzione o il rimborso”. Dopo diversi alimenti che negli ultimi tempi sono risultati affetti da listeria, adesso è la volta della mortadella.

Supermercato
Supermercato

Dopo wurstel, salmone e altri prodotti vari, era stato comunicato l’ultimo allarme listeria sul prosciutto cotto Sapor di Cascina nella confezione da 150 grammi. A dare avviso di un ulteriore prodotto è sempre il Ministero della Salute: si tratta di alcuni lotti di Mortadella a marchio Veroni presenti in diversi supermercati italiani.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Quali lotti vengono ritirati?

Alcuni dei lotti della “mortadella supergigante” pare contenere il batterio listeria monocytogenes. Sono stati ritirati sia delle confezioni di mortadella supergigante a tranci, sia di quelle di mortadella con pistacchio, distribuiti da Granmercato, Rialto, Tosano, Coop e Conad. “I clienti che avessero acquistato questi prodotti sono pregati di non consumarli e restituirli al punto vendita”, avverte il Ministero della Salute.

In particolare, i lotti richiamati sono: PO2221001 e PO2227301 di mortadella supergigante a tranci; PO2223003 e PO2222201 di mortadella supergigante a tranci con e senza pistacchio di Conad; mortadella supergigante a tranci con e senza pistacchio distribuita da Coop; mortadella supergigante a tranci con e senza pistacchio distribuita da Tosano; PO2223101, PO2223801, PO2223802 e PO2224401 di mortadella supergigante a tranci con pistacchio distribuita da Rialto; PO2222303, PO2223702, PO2224309 e PF2227316 di mortadella supergigante a tranci distribuita da Granmercato.

Cos’è il batterio Listeria monocytogenes

La Listeria monocytogenes è un batterio presente in natura, la cui infezione è dovuta all’ingestione di cibo contaminato. Infatti, la malattia è presente in acqua, piante ed alcune feci di animali. La listeria può contaminare diversi tipi di alimenti, come latte, verdura, formaggi molli, carni poco cotte, insaccati poco stagionati. I sintomi riguardano l’influenza o la gastroenterite, accompagnate a volte da febbre elevata fino a forme setticemiche e meningiti.

Questo batterio resiste molto bene alle basse temperature ma è sensibile alla cottura. Di recente è stato trovato soprattutto in cibi come prosciutto cotto, porchetta, gorgonzola dolce, würstel al pollo, tramezzini al salmone e pancake al cioccolato. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-11-2022


Prof assunti per posto pubblico, ma in realtà non lavorano

Migranti, Parigi accusa l’Italia: “Ci aspettavamo altro”