Allerta terrorismo Roma, si cerca un siriano sulla trentina

“Domani sarò in paradiso”, scatta l’allarme terrorismo a Roma

Allarme terrorismo a Roma. In seguito a un’intercettazione telefonica le forze dell’ordine sono alla ricerca di un siriano considerato come un soggetto pericoloso.

Allarme terrorismo a Roma, dove le autorità sono alla ricerca di un soggetto, probabilmente un siriano, L’uomo, intercettato dalle forze dell’ordine, faceva sapere ai suoi fratelli che presto sarebbe stato in paradiso.

Allarme terrorismo a Roma. L’intercettazione telefonica: “Domani sarò in Paradiso”

L’allarme è scattato in seguito a una intercettazione telefonica in cui l’uomo, parlando al cellulare, pronuncia la frase: “Domani sarò in Paradiso“. L’intercettazione è datata 19 luglio, quindi la massima allerta è per la giornata del 20. Il sospetto e il timore è che con la breve frase il soggetto abbia espresso la sua volontà di sacrificarsi in un’azione suicida.

Polizia di Stato
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Caccia all’uomo: si cerca un siriano di trent’anni circa

I militari delle forze dell’ordine sono alla ricerca di un siriano, considerato come un soggetto pericoloso, di trent’anni circa. Si conoscono, ma nono sono state rese note, anche le generalità del soggetto (nome e foto, il tutto consegnato agli uomini impegnati nella ricerca). L’ordine ai militari sulle volanti è quello di prestare la massima attenzione e rivolgersi immediatamente alla Digos nel caso in cui venga individuato.

Attentato a Roma

Il sospetto degli inquirenti è che l’uomo possa aver organizzato un attentato a Roma o possa avere l’intenzione di condurre un attacco kamikaze anche improvvisato, quindi difficile da prevedere e prevenire.

Allarme rientrato, il soggetto non è in Italia

In seguito agli accertamenti sul caso è emerso che l’uomo ricercato, un ventisettenne siriano, non è in Italia.

Terrorismo in Italia

L’Italia fino a questo momento è considerato come uno dei paesi più efficaci per quanto riguarda la lotta preventiva al terrorismo. A differenza di altri paesi europei, l’Italia non è stata mai teatro di attacchi nonostante i tanti luoghi di interesse culturale e religioso.

ultimo aggiornamento: 20-07-2019

X