Apre a Los Angeles il primo Amazon Style, il primo negozio fisico di abbigliamento del colosso online.

Amazon si avvicina a grandi passi al mercato fisico e prosegue il suo percorso con l’apertura di un punto vendita Amazon Style a Los Angeles. Si tratta di un nuovo modello ibrido: parliamo a tutti gli effetti di un negozio fisico e non online ma con regole tutte sue e con una grande attenzione alla tecnologia. Secondo alcuni siamo di fronte alle prove generali per l’evoluzione dei negozi, destinati a cambiare nel giro di pochi anni.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come funziona il punto vendita Amazon Style di Los Angeles

Ma come funzionerà il negozio? Il punto vendita Amazon Style nasce dopo una accurata analisi di mercato attraverso la quale gli esperti hanno individuato le criticità dei negozi tradizionali. Camerini affollati, abiti in disordine, problemi nel trovare la taglia o il colore giusto. Nel negozio Amazon tutto questo non accadrà. I clienti, attraverso l’app dedicata, vedranno il vestito desiderato ma lo vedranno di un solo colore e di una sola taglia. La gestione dei capi di abbigliamento, che si troveranno in magazzino, è affidata al personale, che si occuperà di fornire al cliente l’abito della taglia adatta e del colore desiderato.

Jeff Bezos
Jeff Bezos

I camerini di nuova generazione

Cambia anche l’esperienza del camerino. Lo spazio è stato ridisegnato per essere meno caotico e più tecnologico. Inoltre il cliente riceverà i vestiti direttamente dal personale. Ordinando il capo di abbigliamento desiderato attraverso l’app non si dovrà andare in giro per il negozio a cercare un nuovo capo di abbigliamento, magari di un colore o di una taglia differente.

A proposito di tecnologia, l’applicazione suggerirà alcuni capi di abbigliamento a seconda delle preferenze espresse dall’utente. Un po’ come quando guardiamo un film o una serie tv e ci vengono suggeriti contenuti simili.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-01-2022


Inter, via al bond da 415 milioni

Dall’assegno unico alla Carta docente, tutti i bonus che possono essere richiesti senza Isee