Dal 15 novembre è possibile scaricare i certificati anagrafici online sul portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

Dal 15 novembre ben 14 certificati anagrafici sono disponibili online sul sito dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR): è possibile richiedere questi documenti senza pagare il bollo, quindi gratuitamente. E comodamente. È possibile infatti richiedere i certificati dal computer di casa o dallo smartphone. Basta avere lo Spid o comunque una identità digitale attiva, come ad esempio la Carta d’Identità Elettronica.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Anagrafe online, come richiedere i certificati con lo Spid (e senza pagare il bollo)

Per scaricare i certificati online bisognerà accedere al portale www.anagrafenazionale.interno.it presente sul sito www.anagrafenazionale.gov.it. Per accedere è necessario essere in possesso di una identità digitale attiva come lo Spid o la Carta d’Identità Elettronica.

come ottenere lo spid
Fonte foto copertina: spid.gov.it

Quali certificati si possono richiedere

Al momento dell’attivazione del servizio è possibile richiedere i seguenti certificati:

Anagrafico di nascita
Anagrafico di matrimonio
Cittadinanza
Esistenza in vita
Residenza
Residenza AIRE
Stato civile
Stato di famiglia
Residenza in convivenza
Stato di famiglia AIRE
Stato di famiglia con rapporti di parentela
Stato Libero
Anagrafico di Unione Civile
Contratto di Convivenza

L’obiettivo dichiarato è quello di aumentare il numero di certificati a disposizione sul portale dell’Anagrafe.

I vantaggi per i cittadini

È evidente il vantaggio per il singolo cittadino, che può richiedere i certificati senza dover fare la fila allo sportello e senza dover pagare il bollo. Basterà inoltrare la richiesta e scaricare il certificato in PDF o chiedere l’invio dei documenti al proprio indirizzo di posta elettronica.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha scaricato il primo certificato in anteprima

Il primo certificato digitale è stato scaricato in anteprima dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Di seguito il comunicato pubblicato sul sito del Ministero per l’innovazione tecnologica.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-11-2021


Cop26, Johnson: “Accordo storico. Carbone condannato a morte”

Mediaset: Tg4 e Studio Aperto non chiudono