L’ambasciatrice polacca in Italia, Anna Maria Anders, ha parlato della guerra in Ucraina, schierandosi contro la Russia.

La guerra in Ucraina, che ormai va avanti da 100 giorni, continua a raccogliere opinioni sempre più disparate. I sottotemi legati all’invasione sono tanti: le armi dall’Europa all’Ucraina, il gas russo in Europa, i motivi della guerra, le conseguenze dell’aggressione e tanto altro. Anche l’ambasciatrice polacca in Italia, Anna Maria Anders, ha parlato della guerra attualmente in corso in Ucraina, schierandosi contro la Russia.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Anders

“La Federazione Russa ha compiuto una brutale aggressione contro l’Ucraina. Quella in corso è una guerra bestiale e sanguinosa contro uno Stato sovrano. Questi sono i fatti. Nemmeno la più sofisticata propaganda russa può cambiarli”. Queste le parole di Anna Maria Anders all’AdnKronos. “Affinché i negoziati di pace siano efficaci e conducano alla pace tanto desiderata, devono portare a condizioni che gli ucraini possano accettare. Lasciamo, pertanto, che siano gli ucraini stessi a esprimersi con la propria voce sui negoziati di pace proposti dalla Russia”.

Anders ha anche parlato della diplomazia, e della sua importanza nel conflitto attuale. “Finora, tutti i tentativi di giungere a un cessate il fuoco non hanno prodotto i risultati desiderati. La comunità internazionale non cesserà di compiere ogni possibile sforzo. La pace è l’obiettivo comune di tutti noi – ha dichiarato l’ambasciatrice – ma non può essere raggiunto sopra le teste degli ucraini. In quanto diplomatico, ritengo che si debbano cercare opportunità per trattative diplomatiche.

bandiera ucraina
Bandiera ucraina

“Tuttavia, affinché queste siano efficaci e producano un risultato duraturo, occorre innanzitutto la reale volontà di entrambe le parti. Aspettiamo un segnale dell’esistenza di tale condizione. Permettetemi di citare le parole del presidente polacco Andrzej Duda: Se la guerra deve finire, dovrebbe finire alle condizioni che l’Ucraina accetterà partecipando ai negoziati. Ribadiamo che nulla può avvenire al di sopra delle autorità di Kiev e nulla può avvenire al di sopra delle teste degli ucraini”. Queste le parole di Anders, che si schiera nettamente dalla parte del popolo invaso.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 03-06-2022


L’Italia vuole sminare i porti Ucraini. Camporini: “Solo se c’è l’ok di Mosca”

Disastro ferroviario sulla linea Torino-Napoli