Non occorre più trovare la macchinetta e cercare le monete da inserire: ecco le migliori App per pagare il parcheggio da scaricare.

Avete appena trovato un posto per l’auto – magari dopo tanto che lo cercavate – e ora però vi ritrovate di fronte a due problemi da risolvere: individuare una macchinetta per pagare il parcheggio e, soprattutto, capire se nel portafoglio avete abbastanza monete per la sosta. La tecnologia ci può venire però in aiuto, ci sono infatti diverse App per pagare il parcheggio che possiamo scaricare in maniera gratuita sul nostro smartphone e utilizzare facilmente evitando anche di rischiare di prendere multe.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

App per pagamento parcheggio: EasyPark

EasyPark è una delle migliori App per pagare il parcheggio, nonché una delle più utilizzate, non solo in Italia. Grazie a questa applicazione, disponibile sia per gli smartphone Android che per quelli iOS e Windows, è possibile pagare la sosta in oltre 170 città italiane più quelle di molti Paesi Europei.

App parcheggio su smartphone
App parcheggio su smartphone

Una volta scaricata l’applicazione bisogna registrarsi inserendo i propri dati e il metodo di pagamento che si vuole utilizzare (carta di credito o PayPal). Vi verrà chiesto di ricaricare il vostro conto EasyPar. Quando poi dovrete utilizzare questa App vi basterà selezionare la zona dove avete parcheggiato l’auto, inserire la targa del vostro veicolo e selezionare il tempo della sosta che volete pagare.

App per pagare il parcheggio: MyCicero

Un’altra App che vi consigliamo, che è sempre disponibile sia per gli smartphone Android che per quelli iOS e Windows, è MyCicero. Rispetto a EasyPark è compatibile con i parcheggi a pagamento di un minor numero di città, se abitate in grandi metropoli come Roma, Milano, Napoli o Torino non avrete problemi e neppure li avrete se abitate in capoluoghi di provincia più piccoli: è bene comunque verificare che il vostro comune sia coperto da questo servizio.

Una volta effettuato il download vi sarà chiesto di registravi con i vostri dati (nome, cognome, numero di telefono, email e password), dopodiché dovrete selezionare il metodo di pagamento che volete usare: in questo caso c’è maggiore scelta rispetto a EasyPark perché, oltre che con la carta di credito e PayPal, potete pagare anche con Satispay, Sisal Pay e Masterpass.

Utilizzare l’applicazione è poi molto semplice: vi verrà chiesto di scegliere il servizio che volete utilizzare (per esempio “Strisce blu” o anche “Parcheggi a prenotazione“, dovrete inserire la targa del vostro veicolo e selezionare il perfido di tempo per cui volete pagare la sosta.

App per pagare parcheggio: Phonzie

La terza e ultima App per il pagamento del parcheggio che vi consigliamo di scaricare e utilizzare è Phonzie. Anche in questo caso è compatibile con qualsiasi tipo di smartphone: Android, iOS o Windows.

Registrarsi a questa applicazione, una volta scaricata, è più semplice rispetto alle precedenti applicazioni che vi abbiamo proposto perché è possibile farlo anche tramite Facebook. Una volta effettuata la registrazione vi sarà sempre chiesto di selezionare il metodo di pagamento tra carta di credito e PayPal e ricaricare il conto del vostro profilo.

Quando poi dovrete utilizzare Phonzie vi basterà selezionare la vostra città, il numero di targa del vostro veicolo e selezionare il tempo per cui volete pagare la sosta.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-04-2022


Dovizioso: “Sono molto deluso, non mi era mai successa una cosa simile”

F1, Ferrari, Binotto: “Possiamo essere davvero soddisfatti”