Come funziona Satispay? Cos’è? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul metodo di pagamento con lo smartphone.

In sempre più negozi e attività commerciali è possibile pagare i propri acquisti con il proprio smartphone anziché in contanti o con le carte: tutto questo grazie (anche ma non solo) a Satispay. Come funziona? Che cos’è? In questo articolo vi spiegheremo proprio tutto quello che c’è da sapere sull’App più popolare e utilizzata per fare i propri acquisti senza dover per forza avere con sé soldi in contati, bancomat o carte di credito.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Satispay: cos’è?

Prima di vedere nel dettaglio come funziona Satispay, soffermiamoci un attimo per spiegare che cos’è. E’ un App, che potete trovare sia nell’Apple Store che su Google Play (lo store di Android) e Microsoft Windows, che permette di effettuare pagamenti elettronici tramite il proprio smartphone.

A differenza di quello che molti credono, non è un’App che arriva dall’estero ma è stata inventata nel 2012 da tre giovani cuneesi: Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. L’idea è nata vedendo che molti negozi e attività commerciali non accettavano pagamenti con le carte, sopratutto se l’importo non era particolarmente elevato, costringendo così i clienti a utilizzare i contanti. Il successo avuto da questa applicazione l’ha portata ben presto anche al di fuori dei confini nazionali.

Pagamento con smartphone
Pagamento con smartphone

Come funziona Satispay

Ma Satispay come funziona? Il meccanismo è semplicissimo: una volta scaricata l’App sul vostro smartphone (come detto in precedenza funziona sia sugli iPhone che sugli smartphone Android) bisogna registrarsi inserendo i vostri dati (anche una vostra foto), il proprio numero di cellulare, un indirizzo mail, un codice PIN a vostra scelta e il proprio IBAN del conto corrente dal quale verranno prelevati i soldi.

E’ importante sapere che l’account non si attiverà immediatamente ma potrebbe volerci qualche giorno prima che vengano completate tutte le operazioni necessarie di verifiche.

Una volta che il vostro account Satispay è attivo, dovete stabilire il budget settimanale che volete avere a disposizione sull’App: ogni settimana, automaticamente, verranno accreditati dal vostro conto corrente i soldi necessari per raggiungere la cifra impostata.

Facciamo un esempio: se scegliete di impostare come Budget settimane 150 euro e durante la prima settimane spendete 50 euro, allo scoccare della mezzanotte tra la domenica e il lunedì dal vostro conto corrente verranno prelevati e accreditati sull’account Satispay i 50 euro necessari per riportare il budget a 150 euro.

Attenzione: con questa App potete anche delle donazioni da altri utenti. Se un vostro amico vi accredita, per esempio, la somma di 50 euro e voi durante la settimana non spendete nulla, nella settimana successiva non vi troverete 200 euro sul vostro account, ma Satispay manterrà il limite del Budget settimanale a 150 euro e i 50 euro in più vi verranno accreditati sul vostro conto corrente.

Pagamenti con Satispay: come funzionano

Come funzionano i pagamenti con Satispay? Anche in questo caso è semplice. Vi basterà inquadrare con il vostro smartphone il QR Code del negozio o attività commerciale in cui desiderate utilizzare questo metodo di pagamento (se non è esposto chiedete al negoziante di mostrarvelo), cliccate su “Paga” e inserite la somma di denaro che dovete pagare. A questo punto il contatto confermerà il pagamento e il gioco è fatto.

Se per qualche motivo il negoziante non ha a disposizione il QR Code nel momento del pagamento, potete sempre cercare l’esercizio commerciale tramite la funziona “Cerca” presente sull’App.

Satispay: i costi

Satispay è gratuito? Una domanda questa che, giustamente, molti si pongono prima di scaricare l’App: sì, Satispay è gratis. Scaricare l’App e iscriversi non costa nulla e non avrete neanche commissioni quando effettuate un pagamento tranne che nel caso di pagamenti di bollettini, avvisi pagoPa, il bollo auto o il bollo della moto: in tutti questi caso c’è una commissione di 1 euro.

Per quanto riguarda invece le attività commerciali, per le transizioni fino a 10 euro non ci sono spese, per quelle superiori a 10 euro c’è invece una commissione di 20 centesimi di euro.

Cosa si può pagare con Satispay

Con Satispay si può pagare di tutto: dal conto nei ristoranti e pizzerie alla spese al supermercato o nei negozi, ma si possono anche pagare i MAV/RAV, bollettini, le ricariche telefoniche, il bollo auto e il bollo moto, gli avvisi pagoPA e si può anche trasferire denaro agli account di amici o parenti.

ultimo aggiornamento: 04-10-2021


Come programmare un post su Facebook

Hard Disk esterno non riconosciuto? Ecco cosa fare