Tensione al governo, il monito della Lega: Abbassare i toni o si va a casa

Botta e risposta tra Lega e Movimento Cinque Stelle, Centinaio chiede di abbassare i toni: “Non vedo l’ora che finiscano queste elezioni europee perché penso che l’eccitazione da elezioni stia andando oltre l’azione di governo”.

Resta alta la tensione al governo tra Lega e Movimento Cinque Stelle, con i contrasti al governo archiviati dal premier Giuseppe Conte come semplice campagna elettorale in vista delle prossime Elezioni europee. Difficile capire se i continui battibecchi siano figli solo della campagna elettorale o anche delle sostanziali differenze tra i due partiti, la cosa certa è che anche all’interno dell’esecutivo si ha la sensazione di una pericolosa instabilità.

Tensione Lega-Movimento Cinque Stelle, instabilità al governo

La necessità di un rinnovato spirito di collaborazione è confermata anche da Centinaio, ministro in quota Lega, che ha voluto mandare un messaggio al Movimento Cinque Stelle: “Abbassare i toni o rischiamo di andare a casa“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Gian Marco Centinaio: Non vedo l’ora che finiscano queste elezioni europee

“Non vedo l’ora che finiscano queste elezioni europee perché penso che l’eccitazione da elezioni stia andando oltre l’azione di governo. Fino ad oggi abbiamo governato bene e l’azione di governo ci ha permesso di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale. Confido che Conte, Salvini e Di Maio trovino un accordo”, ha proseguito Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche Agricole.

“Ai colleghi del Movimento 5 stelle chiedo di abbassare i toni: se si vuole governare bene bisogna condividere e non accusare i colleghi di maggioranza, altrimenti il rischio è di andare a casa”.

ultimo aggiornamento: 07-04-2019

X