Arona, uomo morto mezz’ora dopo la somministrazione del vaccino Pfizer. Aperta un’inchiesta, so procederà con l’autopsia.

È stata aperta un’inchiesta sull’uomo morto dopo mezz’ora dalla somministrazione del vaccino Pfizer. La tragedia si è consumata ad Arona. L’uomo dal punto di vista anagrafico non era un soggetto a rischio. Ha ricevuto il vaccino presso il Pala Green di Arona ed è morto dopo mezz’ora circa per motivi ancora da chiarire.

Pfizer
Fonte foto: https://www.facebook.com/Pfizer/

Arona, morto mezz’ora dopo il vaccino con Pfizer

Secondo le prime ricostruzioni, dopo la somministrazione del vaccino l’uomo ha fatto ritorno alla propria abitazione ed ha accusato un malore. Poi il decesso. Sono stati gli uomini del 118 a comunicare che l’uomo aveva fatto il vaccino. Gli era stata somministrata una dose di Pfizer.

In seguito alla somministrazione del vaccino, l’uomo è rimasto in osservazione per 15 minuti, come prevede il protocollo della vaccinazione. Trascorsi i 15 minuti, l’uomo ha lasciato il centro vaccinale apparentemente in buone condizioni e senza problemi di salute. Ha raggiunto la propria abitazione ed è morto appena rincasato.

Non si esclude un collegamento con la vaccinazione per una questione cronologica. Il soggetto è morto a mezz’ora di distanza dalla somministrazione del vaccino.

Ambulanza
Ambulanza

Aperta un’inchiesta sul caso

La Procura di Verbania ha avviato gli accertamenti. Sul caso è stata aperta un’inchiesta. Si procederà in primo luogo con l’autopsia per chiarire le cause del decesso. A quel punto sarà possibile capire se possa esserci un possibile legame con la somministrazione del vaccino.

Il sindaco di Arona ha comunicato la campagna di vaccinazione proseguirà regolarmente in quanto gli uomini delle forze dell’ordine non hanno sequestrato le dosi presenti nel centro vaccinale. Quindi si procederà con la regolare somministrazione del vaccino.

TAG:
vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 31-05-2021


Cinema in lutto, morti Joe Lara e Gavin MacLeod

Covid, la terza dose del vaccino si farà dal medico di base? La gestione ordinaria dell’emergenza