Arytom Severyukhin, pilota di kart russo, ha fatto il saluto nazista sul podio di una gara tenutasi a Portimao. Aperta un’inchiesta.

La Fia ha annunciato l’apertura di un’inchiesta in merito al saluto nazista di Arytom Severyukhin sul podio di Portimao. La categoria è Europeo Karting giovanile, ma, pur avendo 15 anni, il gesto del pilota russo è veramente gravissimo. La Fia (Federazione Internazionale dell’Automobile), che gestisce i principali campionati di motorsport, ha dichiarato “inaccettabile la condotta di Artyom Severyukhin“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il gesto e le conseguenze

Il pilota russo, che gareggia sotto la bandiera italiana, per le nazioni imposte alla patria di Putin in seguito all’invasione dell’Ucraina, ha commesso il deprecabile gesto dopo aver conquistato il podio della tappa di Portimao. Nel dettaglio, dopo aver vinto, Severyukhin si è battuto due volte il petto con il pugno. Da lì, il terribile gesto durante la premiazione. Joakim Ward, il titolare della Ward Racing, il team svedese che faceva gareggiare il pilota russo, si è subito distaccato dal gesto del kartista.

“È stato un gesto stupido, lui ha detto di essere molto dispiaciuto, ma abbiamo deciso di terminare questa mattina il rapporto con lui”. Queste le conseguenze del gesto del pilota russo. Ward ha inoltre aggiunto: “La nostra squadra è tutta contro di lui. Artyom ha spiegato che il saluto era solo uno scherzo con gli amici. Lo conosco da 4 anni, si è pentito del gesto: è distrutto ma noi siamo molto delusi da lui. Ward ha poi detto: Il nostro team non vuole essere coinvolto in queste vicende: ora dovrà pagare una forte penale perché la Federazione Internazionale dell’Automobile chiede ai piloti di firmare documenti in cui si impegnano a evitare commenti politici”.

bandiera russa
Bandiera russa

La nota del team Ward e il video del terribile gesto

Il team per cui Severyukhin gareggiava ha diffuso un comunicato sui social media, distaccandosi dal gesto del pilota. Ward Racing condanna con la massima fermezza le azioni personali del pilota Artem Severyukhin durante la cerimonia di premiazione del 10 aprile 2022, in quanto le considera una manifestazione di comportamento antisportivo, una violazione inaccettabile del codice etico e morale dello sport. Con questa dichiarazione, Ward Racing esprime la propria opinione, così come il parere di tutti gli atleti e dello staff del team Ward Racing”. Di seguito, il terribile gesto di Severyukhin.

Da ciò, la scelta del team svedese di interrompere il loro rapporto con il pilota. “Sulla base di queste considerazioni, Ward Racing non vede alcuna possibilità di continuare la collaborazione con Artem Severyukhin e procederà alla risoluzione del suo contratto di gara. Infine, Ward Racing vorrebbe scusarsi con coloro che sono rimasti feriti o angosciati dall’evento. È stata e rimarrà a lungo una priorità per Ward Racing lavorare per un clima di gara più diversificato, inclusivo e rispettoso”, ha concluso il team.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-04-2022


Twitter, dietrofront di Elon Musk: non entrerà nel board

Stop alle telefonate moleste: in vigore la legge